Quotidiano di informazione campano

Pensione sempre più in tarda età!

0

Dati recenti  evidenziano che secondo le nuove norme sulle pensioni previste dalla riforma dettata da Elsa Fornero, ministro del Lavoro, da gennaio 2013 si potrà andare in pensione di vecchiaia con almeno 62 anni e tre mesi se donne e con 66 anni e tre mesi se uomini. Si potrà andare in pensione anticipata rispetto alla vecchiaia solo se si sono maturati almeno 42 anni e 5 mesi di contributi se uomini e 41 anni e 5 mesi se donne. In pratica, a cominciare dal 2013, ogni tre anni (e poi ogni due dal 2019) letà pensionabile sarà adeguata allaumento della speranza di vita come calcolato dallIstat. Questo vuol dire che se lIstituto di statistica stabilirà che si vive più a lungo in media di n anni, più o meno automaticamente letà di pensionamento per vecchiaia verrà incrementata proporzionalmente. Il primo adeguamento scatterà esattamente dal 2013 ed è stato già deciso che sarà di 3 mesi. Superato il 2013,  i prossimi appuntamenti con la speranza di vita saranno quelli del 2016 e del 2019. E poi ancora del 2021, 2023, 2025, 2027, 2029… Anche se fin da ora sappiamo che per legge nel 2018 e nel 2021, comunque vadano gli andamenti dellaspettativa di vita, letà per luscita di vecchiaia non potrà essere inferiore rispettivamente a 66 e 67 anni.

Dott.ssa Antonietta Lettera

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.