Le tre settimane di alta pressione, la prima perturbazione l 2020 ha fatto il suo ingresso sull’Italia riportando pioggia e neve. Si tratta di un fronte molto veloce che ha già compiuto il suo passaggio sulle regioni di nordovest in nottata e in queste ore sta  transitando con la sua parte più attiva sulle regioni di nordest, quelle centrali e la Campania. Fenomeni abbondanti hanno interessato la Liguria centro orientale, il Pavese, la provincia di Milano e di Bergamo con accumuli fino a 30-35mm, punte fino a 65mm nel Genovese. Rovesci con accumuli fino a 35-40mm anche tra bassa Toscana e Umbria. Piogge anche sul Lazio e sulla Campania, occasionalmente anche a carattere di Temporale com’è avvenuto sul Golfo di Napoli. Nel pomeriggio accumuli abbondanti anche in Emilia con punte di 25-30mm nel Ferrarese. Intanto l’abbassamento della temperatura dovuto all’ingresso delle correnti più fredde ha favorito il ritorno della neve che è caduta mediamente tra gli 800 e i 1000m in mattinata ma con quota neve in calo in queste ore anche sotto ai 700m, accumuli freschi fino a 15cm anche 20cm sulle Alpi centrali soprattutto nella zona dell’Adamello sull’Abetone, la neve cade a quote più alte intorno 1200-1300 sull’Appennino laziale e abruzzeseNel corso delle prossime ore i fenomeni interesseranno ancora nordest, medio alto Adriatico e basso Tirreno.

Previsioni prossime oreNord ampie aperture al Nordovest con ultimi fenomeni su levante ligure ed ovest Lombardia, ancora instabile tra est Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto con piogge e nevicate in calo a 600-800m in esaurimento serale a partire da ovest Emilia, Trentino e Veneto. Centro generali condizioni di instabilità su Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo con rovesci sparsi e nevicate in calo fino a 600-800m. Maggiore variabilità sulla Toscana con schiarite alternate a ultimi acquazzoni. Sud instabile in Campania con piogge e rovesci sparsi in trasferimento a Molise, Basilicata, Puglia e Calabria tirrenica. Meglio in Sicilia con ampie aperture e qualche addensamento sul versante nord orientale. Temperature in generale diminuzione al Centro Nord, stazionarie con tendenza a diminuzione serale al Sud. Venti tesi dai quadranti occidentali in rotazione da NE. Mari fino a molto mossi i bacini occidentali e il medio alto Adriatico meteo di radio piazza news

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com