Nella seduta del consiglio comunale di Nola del 29 gennaio si discuteva un solo capo all’ordine del giorno. Alla presenza del tecnico di settore e dell’assessore al bilancio, veniva presentato al consiglio il PEF (piano economico finanziario) sulla Tari (tassa sullo smaltimento rifiuti urbani). Il regolamento 2020 era un atto obbligatorio ed è stato approvato con voto favorevole della maggioranza nella mattinata, voto contrario invece dell’opposizione che ne ha contestato la formalità e la legittimità, così come aveva fatto nella scorsa seduta lasciando gli scranni consiliari per protesta (QUI il dettaglio). L’amministrazione prevede una riduzione dei costi per il 2020, conseguentemente potrebbe vedersi anche una leggera diminuzione delle spese tariffarie per i cittadini. casseses per la gazzetta campana