Quotidiano di informazione campano

Politica,ED ECCO IL NOSTRO EROE CHE………..

Meglio ridere che piangere.

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Prendiamo a prestito un famoso incedere caratteristico delle strisce di Charles M. Schulz e del suo cane Snoopy per stigmatizzare l’ inizio del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea .  Nel frattempo, succedendo a Manuel Barroso, il lussemburghese Jean Claude Juncker diverrà il nuovo Presidente della Commissione.

Non riteniamo quest’ultima notizia positiva, in quanto il nuovo Presidente della Commissione Europea è certamente espressione della “vecchia Europa” nell’accezione negativa del termine. Egli aveva sin qui guidato il c.d. Eurogruppo, cioè l’organismo continentale che riunisce i Ministri delle Finanze della UE ed è un noto sostenitore della linea intransigente sin qui adottata in termini di politica generale e  per quanto si riferisce, ad esempio, al rigore dei conti pubblici, esigenza strutturalmente corretta ma che non può rappresentare l’unico imperativo cui uniformarsi, come la storia recente ha ormai inequivocabilmente decretato.

Il baratto del Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi ” …. riforme in cambio di maggiore flessibilità nella gestione economica dei Paesi ….” è destinato a non reggere se il rappresentante del più importante organismo interno dell’Unione è un boiardo di vecchia data. Ciò nondimeno se egli accompagnerà l’edizione europea delle “larghe intese”, numericamente non superabile, ma politicamente poco decifrabile poichè tiene assieme Popolari Europei, Socialisti e Liberali.

Il nostro eroe vaneggia di Stati Uniti d’Europa forse non ricordando che mancano le pre-condizioni per l’avvio di un progetto che avrebbe, questo sì, portata e valore inestimabile. Che cosa ci attende, quindi?

Una linea politica dai tratti pirotecnici, similtecnologica, con grandi enunciazioni, molto attivismo fine a se stesso e, temiamo, molto scarsa lungimiranza. Si dovrebbe, dunque trattare di quanto è stato finora proposto e sta avvenendo in Italia ed i cui risultati stentano molto, per usare un eufemismo. Crescita e lavoro?

Ad oggi,  abbiamo visto assolutamente poco in quanto a crescita economica, nulla per quanto concerne il lavoro (Disoccupazione generale + 12,6 – Maggio 2014-, con trend in crescita). Tutto qui?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.