POMIGLIANO D’ARCO (NAPOLI), 22 LUG – Il giudice del Lavoro del Tribunale di Nola (Napoli) ha ritenuto illegittimo il licenziamento nel 2007, di un lavoratore dello stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco che non sarà reintegrato perchè già rilicenziato dal Lingotto per la manifestazione dello scorso giugno nel quale era stato simulato il suicidio di Marchionne.
Si tratta di Mimmo Mignano, storico esponente del comitato di lotta Cassaintegrati e licenziati dello stabilimento Fiat di Pomigliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *