Quotidiano di informazione campano

Pompei – L’Italian Movie Award; una manifestazione che si tiene al centro commerciale della Cartiera – X edizione. Il tema scelto è “Il Futuro” – Protagonista della quinta serata l’attesissima Carolina Crescentini

RADIO PIAZZA EVENTI

Pompei – Protagonista della quinta serata di Italian Movie Award a Pompei l’attesissima Carolina Crescentini.. Motore, ciak, azione: nel pomeriggio di ieri, giovedì 2 agosto, la sede del Comune di Pompei si è trasformata in un set cinematografico grazie agli studenti dell’Italian Movie Master 2018, che si sono suddivisi i compiti dei diversi componenti di una troupe cinematografica, dal regista al direttore della fotografia, dal tecnico delle luci al fuochista, e si sono divertiti a riprendersi a vicenda mentre recitavano delle brevi scene nel cortile del Municipio. A guidare i futuri cineasti c’erano Riccardo De Santis di Panatronics S.r.l. e il fondatore di digitalcinemacrew.com Antonio Azzurro, che hanno spiegato loro come usare una macchina da presa RED e hanno messo a disposizione le loro conoscenze e le loro competenze per trasformare questa quarta giornata di corso in un’esperienza indimenticabile. Carolina Crescentini presenta al pubblico di Pompei “A casa tutti bene”, l’ultimo successo di Gabriele Muccino. “È un regista che ti stritola e ti dirige come un direttore d’orchestra. Il primo obiettivo è non deluderlo mai. A lui mancava l’Italia. Abbiamo vissuto due mesi intensi e siamo diventati una grande famiglia. Ci sentiamo ancora tutti i giorni, abbiamo una chat chiamata gli Ischiantati. Sul set ho conosciuto Sandra Milo, una donna divertente, generosa, accogliente, bella”. Intervalla il suo ricordo dell’esperienza straordinaria di “A casa tutti bene”, una saluto video a sorpresa del collega Massimiliano Gallo, conosciuto ai tempi di Mine vaganti, ora suo compagno di set nella serie Rai “I bastardi di Pizzofalcone”, in uscita a ottobre.Il 9 settembre su Rai 3 la vedremo nei panni di Krizia, un progetto di 4 documentari su donne importanti del Novecento. “Ho scoperto una donna forte, interessante, eccentrica”. La sua idea di Futuro? “Una proiezione del proprio sguardo, che si crea dal presente. Il cambiamento è adesso. Il futuro che voglio io è di tolleranza e solidarietàImpariamo a prendere in giro i pregiudizi”. Cosa pensa del movimento #MeToo e quali conseguenze possono derivare dal caso Brizzi? “Io con Fausto Brizzi ho debuttato e mi sono trovata benissimo, con me si è comportato bene. #MeToo è un movimento di portata mondiale e fondamentale, perché la società è ancora profondamente maschilista, nel privato e sul lavoro. Sul fronte delle molestie, so che l’unica cosa certa è che una legge che lasci solo 6 mesi di tempo per denunciare è una legge che sottovaluta la componente psicologica di una violenza e che non aiuta le vittime”. Segue un ricordo commosso di Giorgio Faletti, con lei sul set di Cemento armato, e il racconto di alcuni dei personaggi che l’hanno messa più in discussione, come quello di Hélène nel film per la tv Max e Hélène sulla Shoah. Il teatro le è rimasto nel cuore e vorrebbe tornarvi: ricorda con intensità l’esperienza a Napoli di Dignità autonome di prostituzione , ora divenuto un format. Il finale è in musica. Per lei, “una dipendenza assoluta, credo che sia la sintesi di tutte le arti”. Le canzoni del cuore? Paranoid Android dei Radiohead, Hotel California degli Eagles e Quello che siamo diventati del compagno, Francesco Motta, presente alla serata. Carolina Crescentini ha ricevuto il Premio Italian Movie Award dal Presidente e Direttore del Festival Carlo Fumo.

A.R.

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.