Quotidiano di informazione campano

PONTECITRA,RIONE IN RIVOLTA DOPO LO SCOPPIO

0

MARIGLIANO – Scatta l’allarme sicurezza nel rione di edilizia popolare 219. Dopo lo scoppio della caldaia che ha provocato il ferimento di un’anziana raggiunta in pieno viso dalle fiamme.
Maria Cacace, infatti, aveva appena acceso l’interruttore della luce quando ha dovuto fare i conti con un’ improvvisa deflagrazione provocata dal malfunzionamento di una caldaia. Soccorsa, è stata ricoverata nell’ospedale grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli, dove per fortuna nel pomeriggio di ieri i sanitari l’hanno dimessa.

Evacuato, invece, l’appartamento occupato al secondo piano dell’isolato 7 dove i vigili del fuoco hanno riscontrato diversi danni. Non ci sono stati, comunque, danni strutturali nelle altre case e il palazzo non è stato dichiarato inagibile. Intanto è polemica sulle condizioni di sicurezza dell’isolato dove non è stato mai attivato un impianto centralizzato di gas metano.

Sono 27 le famiglie che occupano lo stabile e altrettante 27 le caldaie, che alimentano gli appartamenti, che sono collegate ad altrettante 27 bombole di Gpl. A denunciarlo è Giuseppe Mazza, leader di Rifondazione e abitante del rione popolare: “E’ una situazione veramente pericolosa. Già più volte si sono avute perdite di gas e incidenti. Ma chi si aspetta per intervenire?”.

Sul piede di guerra il Movimento per Pontecitra, che ha allestito un proprio blog denunciando per primo l’accaduto:” Siamo abbandonati da tutti. Nel 2006 hanno istallato queste caldaie e da allora nessuno ha effettuato la manutenzione o controlli. Una sola parola, vergogna”.

Indignazione viene espressa anche dal Comitato di Quartiere con Agostino Ricciardi, consigliere comunale uscente: “Avevo denunciato lo sperpero di denaro pubblico e lavori non eseguiti bene in relazione ai nove milioni di euro spesi per la manutenzione del quartiere e devo dire che i fatti mi danno ragione. Intanto però sono stato rinviato a giudizio nel processo avviato contro di me su denuncia dell’allora responsabile dell’ufficio tecnico”.

Promettono battaglia i partiti e i movimenti se non si provvederà a trovare una soluzione alternativa che garantisca la piena incolumità delle famiglie. Nello stabile abitano anche bambini e non è possibile mettere in pericolo la loro vita . RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO PER RADIO PIAZZA CAMPANIA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.