Quotidiano di informazione campano

Premio Borsellino: 15 riconoscimenti per cinque sezioni

RADIO PIAZZA EVENTIA Pescara la 19/ma edizione del riconoscimento

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

PESCARA 26 OTT – Quindici premi distinti in cinque sezioni, ‘Impegno Civile’, ‘Legalità”, ‘Giornalismo’, ‘Cultura’,’Impegno Sociale’, per la 19/a edizione del Premio nazionale Paolo Borsellino nato il 3 dicembre 1992 per volonta’ del giudice Antonino Caponnetto che, invitato a Teramo dall’Associazione ‘Società Civile’ per un incontro con gli studenti al teatro cittadino, dedicò la targa consegnatagli da Rita Borsellino a Paolo Borsellino, ucciso pochi mesi prima in via D’Amelio.

Per la sezione ‘Legalità’ riconoscimenti a Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene, sostituti procuratori della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, entrambi impegnati a sostenere l’accusa nel processo sulla ‘trattativa’.

Per la sezione ‘Impegno civile’ riconoscimenti ad Andrea Marino, comandante dei Carabinieri di Oppido Mamertina (Reggio Calabria), che ha abbandonato e denunciato la contestata processione con ‘inchino’; Lea Savone, sindaco di Corleone (Palermo) che ha ‘consegnato’ la città ai famigliari delle vittime della mafia; Tommaso Navarra, avvocato di parte civile nel processo sulla megadiscarica dei veleni di Bussi sul Tirino (Pescara); Andrea Di Nicola, ricercatore e criminologo che da oltre 15 anni si occupa di criminalità economica, organizzata, criminologia ambientale; al fondatore di ‘Reggio Libera Reggio’, Tiberio Bentivoglio, imprenditore reggino sotto scorta e testimone di giustizia dal 1992; al sindaco di Casal di Principe (Caserta) Renato Franco Natale, impegnato nella lotta alla camorra nella terra dei Casalesi.

Per la ‘Cultura’ riconoscimenti al poeta, cantante e musicista Piero Nissim e al progetto teatrale ‘Storie di donne’. Per il ‘Giornalismo’ alla cronista del ‘Mattino’ Giuliana Covella, impegnata contro la camorra, l’inviato del Tg1 Pino Scaccia, il fondatore e direttore della rivista ‘Antimafia’, Giorgio Bongiovanni, e Dina Lauricella, autrice di inchieste sulla mafia e la ‘trattativa’. Per l’impegno sociale, infine, riconoscimento alla onlus aquilana ‘L’Aquila per la vita’.(ANSA).

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.