Quotidiano di informazione campano

Primarie: Lite su Bersani al Tg1 Poi in Rai i 5candidati

0

Non è riuscita ad ottenere la sfida tv tra i ‘magnifici 5’ ma Viale Mazzini si potrà consolare stasera, in attesa di un eventuale secondo confronto in vista del ballottaggio, ospitando al Tg1 tutti i 5 candidati alle primarie. Una intervista multipla, decisa dopo gli attacchi dei renziani alla notizia che il tg della rete ammiraglia della Rai avrebbe accolto il segretario Pd a 48 ore dal voto.A due giorni dai gazebo, il Tg1 propone un’intervista al segretario del Pd. Il sito Dagospia rivela la notizia e apriti cielo: i sostenitori del sindaco di Firenze si scagliano contro l’intervista considerata “una violazione gravissima” e accusando la Rai di “inquinare il voto delle primarie” prediligendo un candidato rispetto ad un altro. La notizia viene confermata dal portavoce di Bersani, stupito dalla polemica: “Non mi pare che ci si sia scandalizzati per le 3 presenze tv di Matteo Renzi nell’ultimo mese a Ballarò, per non parlare delle decine di talk occupati in questi ultimi giorni”.Tocca al direttore del Tg1 mettere pace tra i contendenti annunciando sempre nel tg di maggior ascolto delle 20 un’intervista a Matteo Renzi. Ma la soluzione provoca un effetto a catena e fa arrabbiare il terzo principale sfidante, Nichi Vendola che, attraverso Nicola Fratoianni, si dice sicuro che “i vertici della Rai assicureranno domani sera nell’edizione delle 20 un’analoga intervista a Nichi Vendola”. E così, alla fine, in nome del pluralismo della tv pubblica, tutti e 5 gli sfidanti alle primarie saranno ospiti del telegiornale.SONDAGGIO: BERSANI VICINO AL 50% – Alla vigilia del voto per le primarie del centrosinistra, salgono nei sondaggi realizzati da Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre, i due candidati accreditati di maggior consenso.
Bersani, secondo Swg, oscilla tra il 43 e il 47 percento, avvicinandosi così a quota 50 percento, che gli garantirebbe la vittoria al primo turno. La forbice di Matteo Renzi è invece tra il 29 e il 33 per cento, mentre quella di Nichi Vendola è tra il 16 e il 20 percento. Chiudono la classifica Laura Puppato (3%-5%) e Bruno Tabacci (1%-3%).
Questo il risultato del sondaggio (tra parentesi quello della rilevazione del 16 novembre):
Bersani 43 – 47% (41%).
Renzi 29 – 33% (26%).
Vendola 16 – 20% (16%).
Puppato 3 – 5% ( 4%).
Tabacci 1 – 3% ( 2%).
Indecisi – (11%).
Il sondaggio è stato effettuato dalla SWG Srl-Trieste per “Agorà-RAI 3” nei giorni 19-21 novembre 2012 tramite sondaggio telefonico (CATI) e online con metodo online CAWI – su un campione casuale probabilistico stratificato e di tipo panel ruotato di 1.100 soggetti maggiorenni (su 5.300 contatti complessivi), di età superiore ai 18 anni. Il campione intervistato online è estratto dal panel proprietario SWG. Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall’ISTAT. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di sesso, età e macro area di residenza. Margine d’errore massimo: +/- 2,96%.RENZI, BERSANI AVANTI? LO VEDREMO LUNEDI’… – “I sondaggi sono ballerini: loro sono convinti di farcela al primo turno? Vediamo chi ha ragione, lunedì facciamo i conti e vediamo se ce la fanno al primo turno, e vediamo se sono avanti di 15 come dicono, io ho la sensazione di no”. Lo ha detto Matteo Renzi, sindaco di Firenze e candidato alle primarie del centrosinistra, parlando all’emittente televisiva locale Rtv38VENDOLA, SE NON VINCO SUBITO, RIESCO AL II TURNO – ”Se non vinco al primo turno cerchero’ di vincere al secondo”. Cosi’, a Napoli, Nichi Vendola. Per le primarie di domenica prossima dice di aspettarsi grande partecipazione: 2 milioni-2milioni e mezzo di elettori. A chi, poi, gli chiede cosa succedera’ se si arrivera’ ai ballottaggi, Vendola risponde: ”Cerchero di vincere”.BERSANI, SENZA BALLOTTAGGIO SAREBBE UNA SORPRESA – “Abbiamo voluto il ballottaggio per garantirci che in una pluralità di candidati ci sia qualcuno che alla fine abbia più del 51% dei progressisti italiani e quindi abbiamo dato strutturalmente abbastanza scontato in premessa che debba esserci un ballottaggio. Se non ci fosse sarebbe francamente una sorpresa”. Lo ha detto Bersani durante la visita alla ceramica cooperativa Greslab di Scandiano (Reggio Emilia). “Intanto abbiamo già vinto tutti”, ha aggiunto Bersani, “le abbiamo volute, le primarie, le stiamo facendo, è un gran successo, più di un milione di persone che si sono già preiscritti, 100 mila volontari, 1300 seggi allestiti, ci stanno guardando un po’ da tutto il mondo devo dire, e quindi è una grandissima cosa, e poi vincerà il migliore. Punto”.BERSANI, RUOLO DI MONTI DOVRA’ ESSERCI IN FUTURO PAESE – “Il ruolo di Monti dovrà esserci nel futuro di questo Paese ma non sono io a deciderlo”. Lo ha detto il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, a Parma per un incontro in vista delle primarie. “Se toccasse a me governare – ha aggiunto – il giorno dopo vorrei discutere con lui per sentire, anche da lui, che intenzioni abbia”.

<?xml:namespace prefix = fb />

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.