Quotidiano di informazione campano

PROGETTO COHEIRS – SCHEDA DI PRESENTAZIONE

0

COHEIRS è lacronimo inglese (Osservatori Civici per la tutela della salute e dellambiente) di un progetto europeo coordinato dallAgenzia per le Democrazie Locali (ALDA) di Strasburgo, che si è classificato 1° su sole 6 domande accolte dal Programma Europa per i Cittadini a fronte di oltre 100 richieste provenienti da 27 Paesi, conquistando anche in assoluto lAward 2013 COME UNO DEI MIGLIORI 3 PROGETTI europei dellanno. Con i suoi 17 partners provenienti da 12 Paesi dellUnione (dalla Spagna, alla Francia, dallItalia a Malta, fino allUngheria, passando per Slovenia, Croazia, Slovacchia, Romania, Bulgaria, Albania e Macedonia), il progetto COHEIRS ha lobiettivo di creare una rete europea di osservatori civici per verificare come viene applicato negli Stati membri                   il principio di precauzione sancito dal Trattato di Maastricht e dallarticolo 191 del Trattato di Funzionamento dellUnione Europea. Queste speciali sentinelle per lambiente, rafforzate dal mandato del progetto approvato dalla Commissione Europea, vigileranno sul territorio con compiti di segnalazione per scoraggiare gli abusi, ma anche con finalità di formazione nelle scuole o nelle piazze e di proposta di soluzioni nei confronti delle istituzioni. Il progetto COHEIRS è diretto in Italia                     dall ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo), in stretta collaborazione con lassociazione Medici per lAmbiente (ISDE Italia) ed il supporto operativo del Centro Studi                 Rifare lEuropa.

COHERIS si propone di estendere un modello già sperimentato con successo in Salento e cioè quello della FEDERAZIONE DI ASSOCIAZIONI che convergono sui temi dellambiente e della salute, rafforzando sinergicamente la propria azione. Tra un anno, la Commissione Europea attende dai cittadini il primo Report sulle criticità riscontrate a livello locale quanto ad applicazione del principio di precauzione, che stabilisce la necessità di prevedere momenti di oggettiva valutazione scientifica preliminare in caso di interventi a potenziale impatto ambientale. Per quanto riguarda, invece, le criticità già presenti sul territorio, le direttive europee stabiliscono che il principio di precauzione debba fornire come guida allapplicazione delle migliori tecnologie disponibili. Anche sul rispetto di questultimo punto, i cittadini sono determinati a vigilare nellambito della attività del progetto.

 Queste le tematiche che sono state affrontate nei primi due workshop italiani svoltisi in Puglia, proprio alle porte di Taranto, che saranno seguiti a breve da un analogo appuntamento in Campania, dove gli osservatori civici del progetto COHEIRS opereranno in coordinamento con la struttura diretta dal Prefetto Donato Cafagna, delegato del governo allemergenza ambientale.

Sarà Roma, invece, ad ospitare il PRIMO FORUM NAZIONALE CITTADINANZA AMBIENTE E SALUTE, momento di chiamata a raccolta del variegato arcipelago di associazioni che in tutta Italia si prodigano in azioni di sensibilizzazione ed impegno civico a tutela dellambiente e della salute. Il Forum Nazionale, che potrà fregiarsi del prestigioso marchio del Programma Europa per i Cittadini, intende proporsi come struttura organizzativa permanente, a sostegno e supporto delle attività dei cittadini in questo settore, in ottemperanza al mandato dellEuropa, che prevede la prosecuzione delle attività progettuali anche dopo il termine del periodo di finanziamento del progetto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.