Quotidiano di informazione campano

Prossimo week-end all’insegna della solidarietà nei comuni di Saviano e Nola.

0

 Il gruppo territoriale Campania dellAssociazione Italiana Sindrome X- Fragile sarà presente nelle piazze delle due province di Napoli per la vendita di Mele Annurche I.G.P. offerte dalla società Consortile Agricola Serena di Sessa Aurunca (CE).

Sarà possibile acquistare il sacchetto di Mele Annurche I.G.P. al costo di 3 euro nei giorni 9, 10 e 11 novembre, in piazza XI Agosto 1867 a Saviano ed anche in altre aree del paese allestite per la vendita. 

Nei giorni 10 e 11 novembre liniziativa sarà presente anche in piazza Duomo a Nola. Lintero incasso sarà devoluto, per la ricerca della Sindrome X- Fragile e precisamente allIstituto di Genetica Medica dellUniversità Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

La Sindrome X Fragile, detta anche Forrest Gump,  è una condizione genetica che colpisce un bambino su 4.000 ed è considerata la prima causa di ritardo mentale ereditario.

E causata dallassenza della proteina FMRP, codificata da un gene localizzato sul cromosoma X. Il gene Fmrl è in uno stato di silenziamento che ne impedisce lespressione ed abolisce la produzione di proteina. Può provocare disturbi comportamentali, iperattività, deficit di attenzione, ritardi di apprendimento della parola e del linguaggio.

Già nei mesi passati, i paesi dellagro nolano hanno aderito ad iniziative di solidarietà per aiutare gli studi della ricerca capitanata dal dottor Pietro Chiurazzi, eroe scelto da Teleton per sostenere la lotta, sotto la guida di Giovanni Neri, mentore scientifico, dirigente dellIstituto di Genetica Medica.

Proprio al professor Pietro Chiurazzi, nel maggio scorso, è stato consegnato un assegno di 5 mila euro – cifra raggiunta grazie ad altre iniziative svolte sul territorio   per sostenere questa battaglia che può essere combattuta e vinta!

Appuntamento, dunque, da non perdere nel corso del prossimo week-end nelle piazze di Saviano e Nola: acquistando 1 kg di Mele Annurche I.G.P., sarà possibile aiutare concretamente la ricerca per ridurre il disagio che bersaglia numerosi bambini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.