Quotidiano di informazione campano

Questioni di Sangue, presentazione ad Arienzo (Ce)

Questioni di Sangue, a fare gli onori di casa Davide Guida, Sindaco di Arienzo.

0

Arienzo (CE) – Domenica 22 marzo 2015, alle ore 10.30, nella Chiesa di Sant’Agostino verrà presentato il romanzo “Questioni di sangue” della scrittrice Annavera Viva. A parlarne, insieme all’autrice, ci saranno: Flavia Balsamo, Giornalista di Diario Partenopeo, Emanuela Belcuore, Moderatrice, Francesca Beneduce, Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Campania, Marianna Febbraio, Avvocato Penalista, Giuseppe Gambardella, Console del Benin a Napoli, Don Aniello Manganiello, Sacerdote, Pina Pascarella, Comunicazione e Marketing, Aldo Putignano, Editore Homo Scrivens e Antonio Raffaele, Generale di Brigata dell’Esercito Italiano.

A fare gli onori di casa Davide Guida, Sindaco di Arienzo.

L’evento sarà arricchito dalle testimonianze di Antonella Leardi, mamma di Ciro Esposito, vittima della violenza negli stadi e di Amalia Iorio, mamma di Emanuela Di Caterino, vittima del bullismo. Emittente Ufficiale Capri Event di Pasquale Turco.

«La mia scelta di parlare di sangue non è solo in riferimento alla violenza; ho inteso anche il sangue che scorre nelle vene, un elemento che identifica e diversifica ogni persona e che in maniera indissolubile la lega alle proprie radici», ha commentato l’autrice. I protagonisti del giallo sono, infatti, due fratelli che, divisi dall’assistente sociale, finiranno per prendere due strade del tutto opposte, uno diventando prete e l’altro boss del quartiere della Sanità di Napoli. “Questioni di sangue” è, inoltre, storia che dipinge perfettamente il quartiere partenopeo, evidenziandone pregi e difetti, portando alla luce la ricchezza culturale e storica del territorio, insieme agli usi, costumi e tutte quelle particolari sfumature che rendono la Sanità quasi un luogo “isolato”, distinto dal resto della città, un’isola, come è piaciuto sottolineare alla scrittrice. Una storia di sangue, dunque, sangue fraterno e sangue omicida, ma anche una storia di inciuci di quartiere, complice la classica perpetua napoletana autrice di deliziosi manicaretti, e poi ovviamente la trama da giallo, gli intrighi della camorra e del potere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.