Quotidiano di informazione campano

Renzi: art.18 discussione inutile Ridurremo tasse ma non per tutti

Il premier replica a Alfano: con Fi accordo solo sulle riforme,RADIO PIAZZA NEWS

0

Cardiff,  Il Real Madrid ha vinto la Supercoppa Europea. Al “City Stadium” di Cardiff la formazione allenata da Carlo Ancelotti, trascinata da Cristiano Ronaldo autore di una doppietta (30′ e 49′), si e’ imposta per 2-0 nel derby tutto spagnolo con il Siviglia. Per il Real e’ la seconda Supercoppa della storia dopo quella conquistata nel 2002. Fin dall’inizio del match, il Real Madrid in versione superoffensiva mette subito sotto il piccolo Siviglia. Si parte con un gran tiro di Bale, poi Ronaldo su punizione. Si capisce che e’ un monologo Real, prima Kroos manca di poco la deviazione, poi al 27′ e’ Cristiano Ronaldo a liberarsi alla grande dalla marcatura dell’ultimo uomo ma Beto e’ attento a non farsi sorprendere deviando ancora in angolo. Al 30′ arriva il gol del portoghese: gran traversone di Bale, Navarro in netto ritardo e spunta il piedone di CR7 che in scivolata la manda in rete. Il Real soffre solo quando si complica la vita (soprattutto con Carvajal in evidente affanno su Suarez), cosi’ al 35′ James Rodriguez che si trova nell’inconsueto ruolo di terzino e da un rinvio sbilenco nasce un’occasione d’oro per Carrico. Al netto dell’inerzia del match, sembra quasi una sottigliezza. Le Merengues dominano dalla meta’ campo in su, Bale e Ronaldo sono due jolly formidabili nel non dare punti di riferimento cambiandosi spesso fascia. Nella ripresa la squadra andalusa prova a reagire e per la prima volta si vede una progressione di Bacca per vie centrali. Altro fuoco di paglia, perche’ al 49′ Benzema in versione assistmen pesca Ronaldo in area e il portoghese buca ancora Beto (non impeccabile) con un diagonale potente all’angolino: 2-0. Pratica chiusa e prima del fischio finale ci sono solo due invasioni di campo e un miracolo di Casillas giusto per scacciare le critiche dei tifosi. Il segnale alle concorrenti per la Champions e’ sempre quello: il Real Madrid resta la squadra da battere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.