Quotidiano di informazione campano

Renzi, supereremo il precariato ma l’articolo 18 non puo’ restare

POLITICA ITALIANA DA RADIO PIAZZA NEWS

0

Roma, 29 set. – Il governo “scrivera’ le nuove regole del lavoro per i prossimi 30 anni” con il superamento dell’articolo 18, ma anche dei vari contratti co.co.co. e la costruzione di “un mercato libero e flessibile”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Che tempo che fa sottolineando che “l’art.18 e’ soltanto una tutela ideologica”.
  Per Renzi non si puo’ mettere nelle mani dei giudici la decisione sulla sorte dei lavoratori nelle aziende.

Renzi: nessuna giustizia a orologeria, mio padre persona per bene

Per gli impegni e’ prevista una spesa di “un miliardo e mezzo” e i soldi si inseriranno nell’operazione di stabilita’, “che non prevede un soldo di tasse in piu'”. Secondo Renzi: “Per 20 anni c’e’ una generazione di persone che ci ha raccontato cos’e’ la sinistra disinteressandosi della realta’ delle persone. Il mio obiettivo non e’ far contento d’Alema ma la mamma che non ha diritto ala maternita’. E questa non viene difesa l’art.18”.

Renzi: sogno la sinistra delle opportunita’

Il premier ha rilevato: “Capisco che parte della sinistra e’ affezionata alla memoria, ma la memoria senza speranza e’ un museo delle cere. La mediazione non si fa tra maggioranza e minoranza del Pd, ma con i lavoratori. Devo trovare una risposta che aiuti i lavoratori a uscire dalla crisi.
  Conservare le regole attuali non e’ la soluzione”. Renzi ha fatto notare che l’unica ‘azienda’ che ha piu’ di 15 dipendenti in cui non vale l’art.18 e’ il “sindacato”.

Chi perde il lavoro deve essere indennizzato, preso in carico dallo Stato con corsi di aggiornamento e poi inserirsi in un nuovo lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.