Quotidiano di informazione campano

RESTA CHIUSO DI NOTTE IN UN SUPERMERCATO. ACCADE A SAVIANO.

SAVERIO FALCO PER Cronaca locale radio piazza news

0

SAVIANO – ( a cura di SAVERIO FALCO) Insolito e bizzarro quanto successo a Saviano nella prima serata di ieri, 15 giugno 2015. Erano circa le 22,00 quando due ragazzi che passeggiavano in piazza XI agosto 1867 hanno sentito delle urla provenire dall’interno di un noto supermarket, sito proprio difronte alla casa municipale. Alle grida è seguito il rumore procurato dai calci contro la serranda in alluminio dell’esercizio commerciale.

Insospettiti, i ragazzi hanno subito allertato il gestore di un vicino bar che, fortunatamente, possedeva il numero di cellulare del proprietario del supermercato ed è riuscito a reperirlo. Il titolare, giunto sul posto in pochi minuti, ha atteso l’arrivo di una volante dei carabinieri prima di procedere all’apertura della porta d’ingresso. Intanto all’esterno del market si era già creato un capannello di curiosi, tutti attirati dalla stravagante notizia che intanto si diffondeva nel paesino alle porte di Nola noto per il suo carnevale.

Tante le ipotesi avanzate dai presenti: chi sosteneva si trattasse di un ladro, penetrato furtivamente e rimasto bloccato all’interno; chi credeva si trattasse di uno scherzo di cattivo gusto, magari una bravata di qualche ragazzo; altri, invece, molto più verosimilmente, hanno pensato ad un avventore un pochino distratto che, incautamente, si fosse attardato oltre l’orario di chiusura del negozio.

Alla fine, una volta sopraggiunte le forze dell’ordine, all’apertura della serranda, tra lo stupore, la meraviglia e la “curiositas” generale di sapere chi si “nascondesse” oltre la porta, è uscito un arzillo vecchietto, in evidente stato confusionale, bianco in volto, sudato per il caldo del luogo chiuso e impaurito per il timore che, malauguratamente, avrebbe  potuto passare tutta la notte lì dentro, se nessuno avesse sentito le sue richieste di soccorso.

Fatto ancora più singolare – racconta uno dei presenti all’accaduto – è che, una volta liberato, l’anziano signore non è sembrato per nulla sorpreso di quanto gli fosse accaduto, anzi, poggiata la propria spesa sul bancone, ha chiesto al proprietario di fargli il conto. Ovviamente, quest’ultimo ha invitato il cliente sui generis a ripassare l’indomani mattina, dopodiché lo ha accompagnato fino alla di lui autovettura, che si trovava in sosta proprio a pochi passi dall’uscita del market.

Lo sfortunato signore non ha saputo spiegare bene il motivo per il quale sia stato chiuso all’interno della struttura. La supposizione più accreditata è che sia rimasto oltre tempo tra gli scaffali, perdendo la percezione dell’ora, probabilmente colpito da un colpo di sonno.

Sorprende, però, come le commesse e gli addetti alla chiusura non si siano accorti, al termine della giornata lavorativa, della strana presenza all’interno del luogo di lavoro. Altro particolare ambiguo è rappresentato dal sistema di allarme antifurto, collegato con un locale istituto di vigilanza, di cui l’esercizio commerciale è dotato: incomprensibilmente, infatti, la sirena non è scattata, cosa che magari avrebbe fatto notare la presenza dello sfortunato signore ben prima del trascorrere di circa un ora e mezza (considerato che il minimarket chiude intorno alle 21,00) in cui il cliente è rimasto intrappolato nel posto dove abitualmente si reca per fare la spesa.

Fortunatamente tutto si è risolto per il verso giusto. Qualora, infatti, le grida di aiuto dello sventurato signore non fossero state recepite da nessuno, il poveretto sarebbe rimasto al buio e al caldo asfissiante per parecchie ore, con le inevitabili conseguenze sul proprio stato di salute.

Intanto, nella cittadina del carnevale è corsa alle ricevitorie per tentare la fortuna al gioco del lotto, secondo l’antica tradizione della cabala napoletana (la cosiddetta “Smorfia”): 53, 63 e 72 i numeri più gettonati, rispettivamente “ ‘o viecchio”, il supermercato e “ ‘a meraviglia

A cura di SAVERIO FALCO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.