Quotidiano di informazione campano

Rifiuti: bufera su nuovo ad Ama,’dimesso’ da Marino dopo 6 giorni

0

Roma, 16 gen. – Alla fine il sindaco di Roma, Ignazio Marino, non ha potuto far altro che chiedere le dimissioni del nuovo presidente e amministratore delegato di Ama, Ivan Strozzi, nominato solo sei giorni fa dallo stesso primo cittadino alla guida dell’azienda municipalizzata. Una decisione che arriva al termine di una giornata di polemiche seguite alla notizia che Strozzi e’ indagato dalla procura di Patti (Messina) per traffico illecito di rifiuti, nel periodo in cui era amministratore delegato di Enia, azienda multiservizi di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Sin dal mattino si scatena una bufera in Campidoglio. Primo a parlare, significativamente, e’ il capogruppo del Pd in Comune, Francesco D’Ausilio, che ai microfoni di Radio Popolare Roma afferma: “Se questi fatti fossero confermati, indubbiamente ci troveremmo di fronte ad un problema e io credo che il sindaco dovrebbe riferire presto in aula”. Segue il duro attacco dell’opposizione: “Prima che il sole tramonti – osserva la capogruppo di Ncd, Sveva Belviso – il sindaco Ignazio Marino ha il dovere di revocare il contratto al nuovo presidente e amministratore delegato nominato ieri, in quanto risulta indagato per traffico di rifiuti. E ha parimenti il dovere di pretendere le dimissioni di colei che Strozzi ha fortemente e tenacemente voluto, l’assessore Estella Marino”. Mentre il consigliere di Fdi, Dario Rossin, si spinge fino a chiedere che “il sindaco Marino si faccia da parte insieme a chi ha caldeggiato le sue scelte, per il bene dei romani”, perche’ “l’ennesima figuraccia, questa volta rispetto alle scelte dei vertici aziendali di Ama, dimostra come regni l’assoluta incapacita’ da parte del primo cittadino nel governare la capitale”. Insomma, la situazione in Campidoglio si fa sempre piu’ tesa con il passare delle ore. Tanto che Marino, nel pomeriggio, convoca d’urgenza sia Strozzi (‘reo’ di non averlo informato dell’indagine che lo riguardava) che l’assessore all’ambiente, senza rilasciare dichiarazioni ne’ al termine della riunione ne’ a margine dell’incontro con il ministro Andrea Orlando, fissato per discutere dell’ipotesi di un nuovo commissariamento in materia di gestione dei rifiuti nella capitale. Infine arriva la richiesta di dimissioni da parte del sindaco, al termine di una vicenda che ricorda molto quella della nomina a comandante dei vigili di Oreste Liporace, designato in assenza dei requisiti previsti dal bando di selezione e poi rimpiazzato con l’attuale capo della polizia municipale, Raffaele Clemente.

Ultime da “Cronaca”

Scarcerato Brega Massone, l’ex primario della “clinica orrori”

(AGI) – Milano, 15 gen. – L’ex primario della chirurgia toracica della Casa di cura Santa Rita di Milano, ribattezzata ‘clinica degli orrori’, sta per […]

Articolo completo

Clinica orrori: scarcerato l’ex primario Brega

(AGI) – Milano – L’ex primario della chirurgia toracica della Casa di cura Santa Rita di Milano, ribattezzata ‘clinica degli orrori’, sta per �[…] […]

Articolo completo

Rifiuti: presidente Ama si dimette da incarico

(AGI) – Roma, 15 gen. – Il presidente e amministratore delegato di Ama, Ivan Strozzi, nominato solo sei giorni fa alla guida dell’azienda municipalizzata dei […]

Articolo completo

Tragico incidente a Parma, uccide il fratello in un litigio

(AGI) – Careno (Parma), 15 gen. – Ha spinto violentemente il fratello durante una furiosa lite: e quello cadendo ha sbattuto la testa contro lo […]

Articolo completo

Rifiuti: bufera su nuovo ad Ama,’dimesso’ da Marino dopo 6 giorni

(AGI) – Roma, 15 gen. – Alla fine il sindaco di Roma, Ignazio Marino, non ha potuto far altro che chiedere le dimissioni del nuovo […]

Articolo completo

Dai canali AGI

banner_cogito.png
AGI PEINWES
AGI INEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.