Quotidiano di informazione campano

Rinascita spirituale con la ‘Sādhana’ all’Adi Shikti di Nola

L'imminente Natale, predilige la “corsa agli acquisti, piuttosto che un vitale rispetto alla rinascita spirituale”.

0

Giovedì 12 novembre, a partire dalle ore 21,00 e fino alle ore 23,00, presso l’associazione “Adi Shakti” di via Puccini, civici 29/31 – Nola (Na), avrà inizio una ‘Sādhana’ di quaranta giorni con una meditazione molto particolare che invita a sentire il ritmo naturale delle stagioni e percepirne i cambiamenti.

Ciò in virtù dell’avvicinamento del ‘Solstizio d’Inverno’ che nel 2015 cadrà il 22 dicembre prossimo alle ore 00,03, per infondere energia nuova e risanatrice: la 3HO (Healthy, Happy, Holy Organization), come ci riferisce Maria Felicia Tufano, responsabile degli incontri, che ritiene essenziale la nuova presa di coscienza, visto l’imminente Natale, che predilige la “corsa agli acquisti, vitale rispetto alla rinascita spirituale”, ovvero, “una rinascita rilevante per il contatto shakti con l’ origine cosmica”.

Con il sopraggiungere ‘dell’inverno astronomico’ , il sole raggiunge la massima distanza dalla terra con la conseguente riduzione delle ore di sole a vantaggio del buio. È la morte simbolica, è il momento di conservare le energie.

La maestra Tufano informa che “In tutte le tradizioni e culture il solstizio d’inverno è la morte che da inizio alla rinascita del sole e dell’uomo. In Asia lo si celebra e venera con il ‘Surya namaskara’. In epoca romana, tra il 21 e il 25 dicembre, si celebrava la rinascita del Sole, il “Dies Natalis Solis Invicti”, il giorno del Natale del Sole Invitto. Il solstizio d’inverno segna il passaggio dalle tenebre alla luce, connessi all’immortalità. Il cosmo intero si rigenera operando una nascita spirituale. Gli induisti la definiscono la Via degli dei o ‘devayana’: si tratta di un percorso di saggezza e conoscenza spirituale. Vivere il solstizio d’inverno con questa consapevolezza segna il percorso che lo Spirito intraprende nel processo evolutivo. Durante questi giorni siamo nel settimo ‘chakra’ sulla sommità del capo, nello stato di consapevolezza assoluto, la fontanella è aperta per accogliere la luce. Il settimo ‘chakra’ corrisponde a ciò che nella Cristianità viene indicato come il settimo cielo. E’ lo stato di consapevolezza della libertà assoluta, la sede del Creatore. Secondo gli indú, nel ‘chakra’ della corona si fondono la ‘Prakriti’, la sostanza primordiale, e il ‘Purusha’, lo spirito, l’essenza”. 

Termini, ovviamente, non alla portata di tutti, ma che potranno essere chiariti solo con la propria adesione.

Per coloro che intendessero partecipare é previsto un contributo di 10,00 euro per gli esterni.  Durante la lezione, che durerà un’ora e mezza, sarà  praticato un “Kriya” e la meditazione per il solstizio.

Nel caso si consiglia un abbigliamento comodo e un telo da adagiare sul tappetino per personalizzarlo.  Per ulteriori informazioni contattare Maria Felicia Tufano,  in privato su Facebook.

Erika Sito

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.