Quotidiano di informazione campano

Rubrica del sabato a cura di Tony “MUSICOTERAPIA” MUSICA E SALUTE

LE SEDUTE DI MUSICOTERAPIA COME FARE A CURA DI RADIO ANTENNA CAMPANIA

I due principali campi di intervento

 

  1. Un primo indirizzo che è di orientamento psico-pedagogico o pedagogico , che trova applicazione nell’ambito delle strutture educative. L’aggiornamento degli insegnanti diviene uno specifico ambito di intervento della musicoterapia nel contesto istituzionale della scuola.
    Tale aggiornamento, congiunto alla prevenzione della disabilità dell’apprendimento, alla riduzione dell’abbandono scolastico e al successo formativo, si può collocare tra le attività di sostegno psico-pedagogico previste dalla circolare 257 del 9 agosto 1994 del Ministero della Pubblica Istruzione.
  2. Un secondo indirizzo è di tipo clinico e psichiatrico dove si prospettano attività nell’ambito in enti ospedalieri, in case di cura e centri di assistenza e riabilitazione. La varietà dei campi di applicazione della musicoterapia trova giustificazione nel fatto che i vari orientamenti di questa disciplina perseguono obiettivi differenti.

Esempi di campi applicativi

  1. Disturbi emotivi del bambino e dell’adulto (ansia, depressione, disturbi da attacchi di panico, insonnia);
  2. Disturbi relazionali del bambino e dell’adulto;
  3. Corso di preparazione al parto;
  4. Disturbi mentali (nevrosi, psicosi ed altre malattie psicosomatiche del bambino e dell’adulto, anoressia);
  5. Handicap psichico, psichico, fisico e sensoriale;
  6. Disturbi del linguaggio e deficit uditivi;
  7. Esiti di coma;
  8. Patologie neurologiche (ictus, morbo di Parkinson etc…) ;
  9. Senescenza;
  10. Senescenza patologica (demenza senile, morbo di Alzhaimer, disturbi relazionali dell’anziano).

Obiettivi generali delle sedute di musicoterapia

  1. Aprire canali di comunicazione (intrapsichici – extrapsichici);
  2. Vincere le proprie paure, saper contenere ed orientare le emozioni e l’aggressività nel rapporto interpersonale, sviluppare la capacità di dominare impulsi irrazionali;
  3. Canalizzare le ansie;
  4. Stimolare l’espressione dei sentimenti per favorire la motivazione, la gratificazione e l’autostima;
  5. Favorire la creatività;
  6. Migliorare la socializzazione e l’interazione, incoraggiando al sorriso, al gusto di vivere, cercando di far vivere esperienze positive e gratificanti;
  7. Abituare alla verifica, ad accettare le regole, riconoscendo le proprie capacità ed i propri limiti;
  8. Stimolazione attiva e multisensoriale;
  9. Sviluppo dell’espressione corporea;
  10. Stimolo al contatto con la realtà, aprendo più canali di comunicazione: espressivi, affettivi, di percezione e di comprensione;
  11. Stimolo del ricordo (Vissuto /identità);
  12. Stimolo delle funzioni cognitive, attivando le capacità di base partendo da ciò che la persona oggetto e i terapia è in grado di fare: attenzione, concentrazione, percezione, osservazione, prontezza di riflessi, analisi e sintesi, valutazione, memoria, classificazione, senso cronologico, rapporto spazio-tempo;
  13. Stimolo delle capacità sensoriali ed intellettive;
  14. Migliorare le capacità ortofoniche del linguaggio attraverso attività di discriminazione prosodica, simbolico-gestuale e grafico-ritmica della parola;
  15. Aiuto allo sviluppo psico-motorio, all’accettazione del proprio corpo, schema corporeo ,del coordinamento oculo – audio- motorio, della manualità della prontezza dei riflessi, del controllo muscolare e del corretto coordinamento globale motorio.

Il percorso di intervento

Viene quindi impostato attraverso le suddette fasi:

  1. Analisi ed osservazione del caso (valutazione della motivazione).
  2. Raccolta dell’anamnesi, dati, ecc. …;
  3. Approfondimento diagnostico iniziale;
  4. Compilazione anamnesi sonoro – musicale;
  5. Elaborazione di un progetto di intervento dettagliato;
  6. Verifiche periodiche tramite osservazione durante le attività, protocolli, colloqui con i parenti e responsabili.OGNI SABATO LA GAZZETTA CAMPANA MUSICA E SALUTE

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.