Quotidiano di informazione campano

SALVINI-ASSELBORN, È SCONTRO SUI MIGRANTI.

Tra il ministro degli Esteri Lusseburghese e quello degli Interni italiano volano parole al vetriolo durante il vertice a Vienna. “SALVINI Usa metodi e toni del FASCISTI degli anni Trrnta”, così il ministro degli Esteri del Lussemburgo Jean ASSELBORN al quiotidiano ‘ Spiegel’, riferendosi al video del botta e risposta sul tema MIGRANTI. “Si è trattato di una provocazione calcolata”, prosegue. Il video sarebbe stato fatto “a sua insaputa”. Se vengono ripresi incontri di ministri UE oppure addirittura di capi di governo e di Stato, “allora non ci potrà mai essere un dibattito franco”, afferma ancora ASSELBORN. Secca la replica di Salvini; “Ma dico io, che problemi hanno in Lussemburgo? Nessun fascismo, soltanto rispetto sulle regole”. Così il ministro dell’Interno che replica, su Twitter, al collega lusseburghese ASSELBORN che lo accusa di usare “metodi e toni dei fascisti” sul MIGRANTI. “Se gli piacciono tanto i migranti li accolga tutti in Lussemburgo, in Italia ne abbiamo già accolti anche troppi”, dice SALVINI, definendo ASSELBORN “ignorante”, nel senso che “ignora la storia dell’emigrazione italiana” che non ha nulla a che vedere” con i clandestini che arrivano, spacciano e rubano in Italia” “Non ha argomenti” e ci da del fascista, populista, razzista”.
Nicola Valeri

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.