Quotidiano di informazione campano

Sant’Antonio Abate, Donadio: no a Puc blocca sviluppo della città

0
  1. ANTONIO ABATE – «La bocciatura del Puc non è un problema politico, è un dramma economico. È il colpo del ko alle possibilità di sviluppo della città nel breve periodo».

A dirlo è l’ex consigliera comunale di Sant’Antonio Abate, Donatella Donadio.

«Mettiamo da parte le riflessioni e le valutazioni politiche per un attimo e concentriamoci sui riflessi che il disco rosso al Piano urbanistico comunale comporta per Sant’Antonio Abate – aggiunge –. Senza uno strumento urbanistico che disciplini la pianificazione territoriale, individuando le aree a destinazione economica (industriale, imprenditoriale, terziario), non si possono attivare finanziamenti regionali o comunitari».

«Il destino di una città non può essere legato alla rottamazione degli assessori che, esaurito il compito di avallare da semplici notai le scelte del sindaco, sono pronti per essere sostituiti; o al tentativo di Varone di entrare nel Pd per salvare la poltrona – conclude –. E pure le belle parole, che tali resteranno, sul distretto turistico e sugli incentivi per i b&b e sulla valorizzazione archeologica a poco servono date le condizioni attuali, purtroppo. Senza Puc, è tutto fermo all’anno zero. Zero come i risultati di quest’Amministrazione».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.