Quotidiano di informazione campano

Saviano ieri ha Celebrata la giornata del 25 aprile

RADIO PIAZZA EVNTI ITALIANO

0

Saviano – Anche Saviano si unisce alle Celebrazioni in tutta Italia per il 71esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo. A dare il via alla giornata, a Roma, la tradizionale deposizione sull’Altare della Patria di una corona d’alloro da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accompagnato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso. È sempre tempo di Resistenza. È tempo di Resistenza perché guerre e violenze crudeli si manifestano ai confini d’Europa, in Mediterraneo, in Medio Oriente” ha detto il Presidente della Repubblica. È “un nostro preciso dovere morale essere al fianco di altri popoli che stanno combattendo per la loro Resistenza e la loro “Liberazione”. Così il ministro delle Difesa italiano Roberta Pinotti nel messaggio alle forze armate e al Paese, legando quindi la lotta condotta allora dagli italiani per liberarsi dal nazifascismo all’attuale momento storico che vede militari italiani in teatri operativi oltre i confini nazionali. A Saviano sono intervenuti, per un breve discorso in Piazza Vittoria,  Enrico Amorino Presidente Onorario della locale sezione e Combattenti e Reduci, il sindaco di Saviano, Carmine Sommese. Precedentemente vi era stato un corteo partito dal Municipio e che aveva raggiunto la piazza principale. Tanti partecipanti: le scuole e autorità civili e militari, il presidente della locale sezione Combattenti e Reduci, Simonetti, il maresciallo comandante della locale stazione dei Carabinieri, Antonio Firmiano, Vigili urbani e qualche rappresentante della Guardia di Finanza, Carabinieri della stazione di Saviano, rappresentati della locale sezione Associazione Nazionale Carabinieri. Tutti presenti vicino al vessillo del comune di Saviano. È stata deposta una corona d’alloro ai piedi del monumento alato di Piazza Vittoria e una vicino alla lapide che ricorda il Milite Ignoto nella medesima Piazza. Per dover di cronaca è comunque da riportare che a fine del rituale di cerimonia, vi è stato, da parte di qualcuno, qualche vibrante protesta, un accenno di polemica, di contestazione.

A.R.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.