Quotidiano di informazione campano

SCANDALOSO A ISCHIA PONTE, ISTITUITI 5 NUOVI POSTI AUTO DI STRISCE BLU DAVANTI ALLA SEDE DELL’INPS

ISCHIA DAL NOSTRO INVIATO GENNARO SAVIO

I nuovi cinque stalli di colore blu sono stati tracciati nel parcheggio dello Stradone, proprio all’esterno della sede dell’INPS, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale quotidianamente frequentato non certamente da benestanti con la “pancia piena” come il primo cittadino e gli amministratori comunali, ma perlopiù da umili lavoratori. Il PCIM-L chiede che i nuovi stalli blu vengano immediatamente convertiti in posti gratuiti.

L’amministrazione comunale di Ischia rappresentata dal sindaco Enzo Ferrandino e sostenuta dall’ex sindaco Giosi Ferrandino e da parte del gruppo di “minoranza” che fa capo a Gianluca Trani, sul fronte della politica riguardante la viabilità e i parcheggi sembra solo impegnata a favorire chi attualmente gestisce la sosta a pagamento nel nostro comune. Infatti a poco alla volta sul territorio comunale, anziché creare posti auto gratuiti per gli automobilisti sempre più tartassati e penalizzati dalla politica di un’amministrazione che continua a dimostrarsi sempre più antipopolare e antidemocratica, si sta provvedendo ad aumentare gli stalli blu ovunque. In modo particolare questo sta avvenendo ad Ischia Ponte dove, dopo i posti auto a pagamento ricavati qualche mese fa nel piazzale delle Alghe, in questi giorni altri cinque stalli di colore blu sono stati tracciati nel parcheggio dello Stradone, proprio all’esterno della sede dell’INPS, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale quotidianamente frequentato non certamente da benestanti con la “pancia piena” come il primo cittadino e gli amministratori comunali, ma perlopiù da umili lavoratori a cui i governi borghesi e capitalistici di Giosi ed Enzo Ferrandino hanno reso la vita difficile, se non impossibile in certi casi, con il dimezzamento dell’indennità di disoccupazione, tanto per citare solo uno dei tanti tagli allo stato sociale operati dal Partito Democratico col famigerato Jobs act e che ha svuotato ulteriormente le già misere tasche di circa diecimila lavoratori ischitani. Per non parlare dell’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori che metteva i dipendenti delle aziende al riparo dai licenziamenti senza giusta causa e che il Movimento Cinque Stelle, al di là delle strumentalizzazioni elettorali, non ha voluto reintrodurre nel momento in cui ha avuto la possibilità di farlo. E a dimostrazione che la politica dell’amministrazione in carica da un lato penalizza e mortifica il diritto al parcheggio gratuito degli ischitani e dall’altro favorisce gli affari privati, il sindaco Enzo Ferrandino, sembrerebbe intenzionato ad affidare la gestione del parcheggio ex Jolly alla ditta che già gestisce le strisce blu. Si tratterebbe di una decisione moralmente scandalosa in quanto il parcheggio realizzato coi i soldi pubblici, quindi della collettività, non dovrebbe mai e poi mai essere dato in pasto agli affari privati ma  messo gratuitamente a disposizione degli ischitani. Il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, guidato dal Segretario generale Domenico Savio, nel perseguire la lotta a difesa del diritto al parcheggio gratuito degli ischitani e contro le famigerate strisce blu che faremmo scomparire dal territorio comunale nel momento in cui un giorno dovessimo essere chiamati ad amministrare Ischia, chiede che i cinque stalli blu tracciati davanti alla sede INPS di Ischia Ponte vengano immediatamente  convertiti in posti auto gratuiti. Per quanto concerne, poi, il parcheggio ex Jolly, la proposta del PCIM-L che rilanceremo anche nei prossimi giorni all’amministrazione comunale, è questa. I posti auto della parte interrata devono essere destinati gratuitamente ai residenti della zona, mentre nella parte sovrastante devono essere ricavati posti auto gratuiti parte dei quali anche a disco orario di almeno mezz’ora per tutti coloro che hanno necessità di recarsi all’Ufficio Postale, al Municipio o di sbrigare commissioni in zona. GENNARO SAIO PER LA GAZZETTA CAMPANA NEWS

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.