Quotidiano di informazione campano

Scena Teatro, con direttore artistico, Antonello De Rosa e direttore organizzativo Pasquale Petrosino mette in scena 110 allievi dei propri corsi , pronti ad emozionare: 28 dicembre 2019 ore 21, Auditorium Centro Sociale di Salerno:perché non c’è Natale senza ‘Cantata dei Pastori’!

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

 sabato 28 dicembre 2019 alle ore 21.00 presso Auditorium del Centro Sociale di Salerno è andata in scena “Una Cantata dei Pastori” di Andrea Perrucci, liberamente ispirata ,adattata e diretta dal regista Antonello De Rosa, con parte dei suoi allievi, ben 110 attori in scena.
La Cantata dei Pastori è un’opera del teatro religioso tardo-seicentesco, scritta in versi, in cui viene rappresentata la nascita di Gesù.
La cantata racconta la movimentata e travagliata storia di Giuseppe e Maria per raggiungere Betlemme per il censimento e i tanti ostacoli da superare creati dai Diavoli , sconfitti sempre dagli Angeli, prima di trovare rifugio nella grotta della Natività.
Nel tremendo viaggio vengono accompagnati da due figure popolari napoletane: Razzullo, lo scrivano assoldato per il censimento e Sarchiapone, il barbiere pazzo in fuga per omicidio,sempre affamato ,l’unica volta che ci riesce, gli fanno credere che il cibo è avvelenato!
I Diavoli sconfitti dagli Angeli rientrano negli inferi e al termine, vi sarà finalmente l’adorazione dei vari e classici personaggi del presepe: pastori, cacciatori e pescatori.
Il comico e il profano, il grottesco , l’ignoranza saggia dei personaggi tra riti pagani e sentimento cattolico, la lotta tra il Bene e il Male.
Una serata divertente e impegnativa nel seguire il dialetto “caciarone”, tra lingua colta e dialetto e il susseguirsi dei personaggi , spesso gli allievi si sono succeduti nell’interpretarli ; una scenografia minimale fatta di sedie su cui si sono alternati i vari attori a dare man forte con commenti e schiamazzi a ciò che stava avvenendo , ma soprattutto di corpi , di personaggi, di costumi, un’armonia nell’utilizzare anche la platea piena di gente ,come palco in movimento. BRAVISSIMI GLI ALLIEVI !

A parole è impossibile descrivere ciò che Antonello è capace a creare , con una finezza, una cultura, un’attitudine teatrale e musicale,una genialità essenziale .
L’arte di Antonello De Rosa è nella sua intrinseca capacità di trasmettere ai suoi allievi (tutti) una naturale interpretazione dei ruoli a loro affidati. Chi ha Passione la trasmette, l’affida, la evolve, la “contemporaneizza” , lasciando integra la tradizione e la scrittura dell’autore, adattandole alla propria visione.
Antonello è un grande dono che Salerno ha ricevuto senza togliere agli altri nomi che la rendono città di teatri.
E Pasquale Petrosino è un dono che Antonello ha ricevuto come compagno di passioni, indispensabile nell’organizzazione di un lavoro immenso che assistendo ai loro spettacoli è ben visibile…
Anna de Rosa

10.jpg~199 KBVisualizza Download

1.jpg1.jpg~52 KBVisualizza Download

4.jpg4.jpg~86 KBVisualizza Download

7 (2).jpg7 (2).jpg~194 KBVisualizza Download

7.jpg7.jpg~98 KBVisualizza Download

9.jpg9.jpg~81 KBVisualizza Download

locandina.jpg

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.