Quotidiano di informazione campano

SEL areanolana: costruire la Città Giusta con Gianluca Napolitano.

0

Apre le danze LA CITTÀ GIUSTA É ADESSO, la campagna di SEL areanolana verso le amministrative di Nola del prossimo maggio. Un percorso che parte da uno dei temi più caldi in città, da sempre cavallo di battaglia del circolo di via Fonseca, la difesa dell’acqua pubblica e la liquidazione della Gori Spa.

 

“Dallotto luglio del 2013 a Roccapiemonte è stata costituita ufficialmente la “Rete dei sindaci dellATO 3 Sarnese Vesuviano per la ripubblicizzazzione dellacqua” – esordisce il responsabile Beni Comuni, Giuseppe Grauso – I comuni sottoscrittori sono stati tra gli altri Angri, Casalnuovo, Nocera Inferiore, Sarno. Si tratta di un coordinamento creato per avviare il percorso di ripubblicizzazione del Servizio Idrico creando le condizioni per la messa in liquidazione della GORI SPA. Il sindaco Biancardi, pur invitato dal comitato per lacqua di Nola ad aderire alla Rete, non ha mai approvato ladesione del comune di Nola, in ossequio alle indicazioni di Paolo Russo, che da pochi giorni ha piazzato un altro suo uomo nel consiglio di amministrazione della GORI s.p.a. (l’ex sindaco di Marigliano, Sodano)”.

 

“Oggi – rilancia il segretario Nicola Di Mauro – con le Primarie di NOLA CHE CAMBIA, e domani con un cambio nella direzione del Comune, possiamo finalmente invertire la rotta. In questo senso la candidatura di Gianluca Napolitano é una garanzia. Il suo percorso parla da solo e immediatamente saprebbe fare quello che a Biancardi purtroppo non passa neppure per la testa: aderire finalmente alla Rete approvando il protocollo dintesa”

 

Un’adesione non solo simbolica ma finalizzata a conferire un mandato al Prof. Avv. Clarich per verificare la fattibilità giuridico-economica della liquidazione della società GORI s.p.a. e della costituzione di unAzienda Pubblica. Un provvedimento immediato, efficace, dalle ricadute potenzialmente enormi per tutti i cittadini dell’ATO3; un atto concreto dopo anni in cui il Sindaco uscente si é detto a chiacchiere favorevole all’acqua pubblica mentre nei fatti é stato il puntuale garante della Gori in città.

É tempo di cambiare – rilanciano da SEL nolana – anche perché il referendum del 2011 deve vivere e deve essere difeso. E i sindaci possono fare molto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.