Una incompatibile incompatibilità. Devozione e sottomissione. Struttura e normalità. Una libertà possibile. Adolescenza e ribellione. Stereotipie culturali sulladolescenza. Conformismo e distruttività nei gruppi giovanili. Mancanza di riferimenti. Vuoto solitudine ed elaborazione delle strategie di controllo. Il genitore permissivo. Circostanza e laissez faire. La mancanza damore, principi e valori. Nascita del narcisismo e fuga della condizione umana. Lindipendenza, una funzione socialmente accolta. Apparenti acquisizioni dellautonomia. Convinzioni di copione erette a valori. Modelli genitoriali incongrui con lespansione della personalità. Rappresentazioni del disagio: malattia e perdita del Sè. Il modello di uomo macchina. Guida alla perfezione ossessiva. Protezione e impedimento. La promozione delle potenzialità. Una punitiva inutile. Unaspettativa della madre castrante. Il padre padrone o il padre inetto. La comunicazione affettiva, la perdita dei ruoli. Modelli educativi congrui con lo sviluppo della personalità. Nuove stereotipie della scienza psicologica. Manipolazioni genitoriali, minacce o paura. Manipolazioni filiali. Finzioni e bugie. Le famiglie unite alla prova dei sogni. Il figlio ribelle, bullo, teppista e turbolento. I ricatti affettivi. Il figlio buono. Giuramenti e vendette. Complicità autodistruttive. Figli drogati e madri disperate, una complicità criminale. Lesistenza. Mancanza di scopi. Lo sfruttamento esistenziale. Espropriazione dei ruoli e delle risorse. Vie della cedevolezza. Giorgio non vuole andar via ed il vescovo non intende lasciarlo andare. Unapparente contraddizione. La responsabilità individuale e le patologie della relazione-madri falliche e padri castrati. Confusione tra colpa e responsabilità. La fuga dai genitori. Il rischio della ripetizione dei modelli del malessere. Andar via non è scappare. Fuga dalla libertà. Lobbligo di restare adolescenti. Lillusione del genitore amico. Ladolescente a vita come aspettativa o protezione del genitore insoddisfatto. Crescita e strategie di autoinganno. La presunta libertà del ribelle. Le funzioni sane del genitore sono quelle congrue con i bisogni di autorealizzazione dei figli. I figli eccezionali, i figli eccezionalmente infelici. Il giorno del giudizio. Per i figli non è bastato, per i genitori non è stato fatto il possibile. Necessità di mantenere la contraddizione. Compatibilità e differenziazione. Giudizio dei figli, e autostima del genitore, un pericoloso role-playing. Le ragioni dellessere. E possibile ottenere solo quello che si lascia andare. Figli autoritari, adolescenti conformisti. Bambini odiosi. Il genitore vittima. Lezioni di panico e di malessere. Le capacità di amare. Fermezza e tenerezza. Il rispetto della propria funzione genitoriale. Una nuova visione. La valigia genetica, un apparente determinismo. Un bagaglio psicologico. Una partenza difficile. Un mondo lontano. La significatività della vita. La regressione. Il desiderio di restare bambini. Il piacere di crescere e di esplorare. Le risorse dei figli e la loro fragilità. Un viaggio del genitore nel suo passato, alla ricerca del bambino che sono stato. Soggettività e racconto della propria esperienza. I genitori come figli dimenticati. I genitori visti con gli occhi di un adolescente cresciuto. Figli e genitori nella loro realtà più autentica prima che sia troppo tardi. La condivisione triste e senza illusioni di quel che resta del giorno.

 

Disponibilità limitata dei posti

Per iscrizioni e informazioni

081 7612296 – 347 8089486

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio