Quotidiano di informazione campano

Serie A: Bologna batte Napoli 3-2, Higuain non basta

Higuain illude con due gol negli ultimi cinque minuti. Partenopei irriconoscibili

0

Il Napoli cade a Bologna (3-2) e torna a conoscere il sapore della sconfitta palesando un calo mentale. Non basta il risveglio finale con due gol del solito Gonzalo Higuain. Gli azzurri, anche sfortunati, hanno giocato male rispetto alle ultime prestazioni contro una squadra che ha aggredito gli avversari da subito. Di Destro e Rossettini i gol che hanno steso il Napoli (complice un errore di Reina). Gli azzurri perdono il primato; ora sono attesi alla sfida con la Roma LA CRONACA DEL MATCH

Sarri ‘noi nervosi e appagati da rincorsa’ – “Eravamo nervosi perché abbiamo speso molto nella scorsa gara contro l’Inter e poi forse avevamo un pò di appagamento per aver raggiunto un traguardo importante dopo una rincorsa”. Così l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri nel corso del programma “Serie A Live” in onda su Premium Sport. A una domanda sull’arbitraggio di Mazzoleni, specie in occasione del primo gol del Bologna, il tecnico risponde “Non mi interessa giudicare, però basta con il luogo comune che gli arbitri italiani sono i migliori al mondo. Mi hanno detto che il primo gol era in fuorigioco ma in una situazione di pochi cm ci sta che l’occhio umano sbagli. E’ inutile parlare di un episodio, bisogna valutare tutta la gestione della gara”. Sarri ha poi spiegato: “non siamo stanchi, abbiamo sbagliato l’impatto della gara e ci siamo dati per vinti troppo presto. Sono arrabbiato per come abbiamo concesso il 3-0 ma al di là degli episodi sfavorevoli ci abbiamo messo del nostro. Abbiamo creato di più, abbiamo tirato di più ma abbiamo perso”. “Adesso – ha aggiunto Sarri- diranno che soffriamo il primato? Possono dire quello che vogliono, hanno creato degli obiettivi fuori dalla squadra, ora li possono togliere. A noi non deve interessare. Ho un contratto i cui premi previsti sono per altri obiettivi. Non l’ho ancora riletto da quando l’ho firmato ma non sono previsti premi per obiettivi più alti del raggiungimento della zona Champions”. Infine, la formazione. “Giocano sempre gli stessi? I giocatori -spiega Sarri- non hanno grandi distanze di minutaggio, solo Koulibaly e Hamsik hanno giocato molto più degli altri”. Quanto al prossimo impegno con la Roma, Sarri dice: “in questo momento della Roma non mi importa niente, prima abbiamo la partita di Europa League dove dobbiamo tornare a vincere”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.