Quotidiano di informazione campano

“Soffrire è inutile” Novità per La canzone “Soffrire è inutile” è un brano per gli amanti del soft jazz chitarristico, con un testo di forte ispirazione spirituale.

Quattro talentuosi chitarristi hanno lavorato su questo brano, tra cui Hugh Williams dalla Florida e Philip Ockelford dall’Inghilterra. La canzone ha un suadente groove a 107 BPM con un vero basso suonato da Yhousel González. Il testo del brano parla di sviluppo personale e del beneficio portato dal porre l’attenzione sui nostri pensieri, in modo da lasciar passare solo quelli che ci sono veramente utili. Possiamo sopravvivere, anzi viviamo meglio, proprio senza tutti quei pensieri inutili che ci fanno solo soffrire.

Il brano è influenzato dal lavoro di molti chitarristi jazz contemporanei, come Norman Brown, Chris Standring, Larry Carlton e Nils. Il testo si ispira agli insegnamenti di Eckhart Tolle, Wayne Dyer e U.S. Andersen.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.