Quotidiano di informazione campano

Sparatoria a Napoli, ferito fratello boss ucciso nel 2010

0

Napoli, 13 ott. – Due persone sono state ferite da colpi di pistola a Gragnano, nel Napoletano. Si tratta di Sebastiano Chierchia, 48 anni, con precedenti, raggiunto da un proiettile a una gamba mentre tentava di sfuggire a un gruppo di persone che lo inseguivano. Il secondo ferito e’ Francesco Sorrentino, di 53 anni, al momento estraneo alla vicenda, colpito a un piede dopo avere aperto la porta della sua abitazione al pregiudicato che aveva bussato per cercare riparo. I due feriti sono stati soccorsi ed accompagnati all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Le loro condizioni non sono ritenute gravi dai medici. Chierchia e’ il fratello di Gennaro, ucciso 4 anni fa. All’epoca, la vittima era considerato il referente del clan D’Alessandro, nella zona dei Monti Lattari. L’esecuzione avvenne il 13 marzo 2010: Gennaro Chierchia fu raggiunto dai sicari mentre era in una pasticceria, in via Castellammare, a Gragnano, alla presenza di numerose persone. L’omicidio fu inquadrato nella faida interna al clan D’Alessandro, scatenatasi dopo l’arresto del boss Vincenzo D’Alessandro, che provoco’ un vuoto di potere ai vertici della cosca

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.