Quotidiano di informazione campano

SPECIAL .Vaccino Covid: il furgone con le prime dosi è arrivato a Roma. VIDEO

RASSEGNA STAMPA DI OGGI SANTO STEFANO 2020

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

uasi 10mila dosi del vaccino di Pfizer-Biontech, provenienti da Bruxelles e destinate al nostro Paese per la vaccinazione simbolica del V-Day europeo di domenica, hanno attraversato la frontiera del Brennero in mattinata. Dopo una notte nella caserma di Tor di Quinto e arriveranno oggi allo Spallanzani. Poi le scatole saranno stoccate e alcune inviate nelle altre regioni

Vaccino, arrivato a Roma il furgone con le prime 9.750 fiale: domani allo Spallanzani

Venerdì 25 Dicembre 2020

Vaccino, arrivato in Italia il furgone con le fiale della Pfizer-Biontech: destinazione Spallanzani di Roma

Il giorno dei vaccini. Ha passato la frontiera del Brennero, proveniente dal Belgio, il furgone con le prime 9.750 dosi del vaccino anti-Covid di Pfizer-Biontech destinate all’Italia. Scortato dai carabinieri, il mezzo si dirigerà all’ospedale Spallanzani di Roma. Il furgone è arrivato in serata alla caserma di Tor di Quinto a Roma. Poi l’ultimo “viaggio” verso la struttura ospedaliera.

 

 

 percorso

 

Il furgone partirà dalla caserma dei carabinieri di Tor di Quinto intorno alle 10 di domani e raggiungerà lo Spallanzani dove le dosi saranno suddivise in scatole che verranno poi consegnate ai militari. Alcuni mezzi militari partiranno per le destinazioni da raggiungere via terra nel raggio di 300 chilometri, altri si recheranno verso l’aeroporto militare Pratica di Mare dove le restanti dosi verranno imbarcate sugli aerei per altre destinazioni. La distribuzione sarà a cura della Difesa.

 

Domenica mattina è prevista la prima vaccinazione e toccherà a Claudia Alivernini, una giovane infermiera romana. In occasione del V-Day, sarà lei la prima vaccinata all’istituto per le malattie infettive di Roma. La prima e la più giovane nel Lazio. «Vaccinarsi è un atto d’amore e di responsabilità nei confronti della collettività» ha detto.

Vaccino, le prime dosi allo Spallanzani: domenica il V-Day in tutta Italia

 

 

Le dosi saranno distribuite il 26 dicembre, sabato, ai 21 siti principali di riferimento, in vista del V-Day europeo di domenica. Per questa operazione entrerà in campo la Difesa con Aeronautica, Esercito e Marina per l’Operazione Eos. L’aspettativa della svolta è nelle parole del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. «Sarà un Natale diverso – dice -, ma lo sviluppo dei vaccini e il loro lancio a breve sono più di un segnale di speranza per tutti noi». Per il premier l’obiettivo «è arrivare a 10 o 15 milioni di cittadini sottoposti a vaccinazione per avere un impatto significativo. Dovremmo arrivarci ad aprile».

Covid, l’affondo di Guariniello: «Chi non si vaccina può essere licenziato»

Covid Italia, Cauda (Gemelli): «Effetti feste li vedremo a gennaio, primo respiro di sollievo in estate»

 

L’operazione

 

Si tratta dell’operazione Eos, disposta dal Ministro Guerini, su richiesta del Commissario Straordinario Arcuri e in stretta cooperazione con la sua struttura e con il Ministero della Salute. In una prima fase, i mezzi e gli aeromobili militari contribuiranno a distribuire le prime 9.750 dosi recapitandole a destinazione. L’Arma dei Carabinieri fornisce il servizio di scorta ai movimenti via terra. Le successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano Vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni. Nella seconda fase, non appena disponibili i vaccini di tipo “cold” delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna, etc), le Forze Armate in base alle indicazioni fornite dal Commissario Straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre, 00:04

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.