Quotidiano di informazione campano

Stadio, Marrone (Confapi): è un asset economico, non solo un impianto sportivo

Il leader dei giovani imprenditori: struttura può dare contributo a sviluppo e occupazione

0

NAPOLI – “Lo stadio San Paolo non è solo un impianto sportivo, ma è un asset economico della città che genera ricchezza e come tale dev’essere considerato e valutato”.

A dirlo è Raffaele Marrone, presidente di Confapi Giovani di Napoli.

“Il balletto politico attorno alla struttura di Fuorigrotta lascia francamente perplessi – aggiunge – perché finora non se n’è colta la reale portata che non è solo calcistica, ma soprattutto imprenditoriale e occupazionale. Il San Paolo sviluppa un indotto commerciale che incide profondamente sul pil di un quartiere e dell’intera città – prosegue –. Pensiamo al merchandising, alla ristorazione oppure ai trasporti pubblici. Ridurlo a ‘merce di scambio’ in consiglio comunale non solo è un errore, ma un autogol per Napoli”.

“Uno stadio come il San Paolo dev’essere il fulcro di un più articolato programma di rilancio economico dell’area occidentale – ha concluso Marrone – perché può aiutare a creare sviluppo. Pensarlo solo come immobile comunale significa rinunciare a seguire quei modelli virtuosi di gestione che in altre parti d’Italia e soprattutto in Europa stanno dando risultati sorprendenti sotto il punto di vista anche economico”.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.