Quotidiano di informazione campano

Strage di via Caravaggio: sul luogo del delitto il dna dell’imputato assolto.

0

Trentanove anni dopo il terribile massacro che portò alla morte di un’intera famiglia si torna a parlare della strage di via Caravaggio.
I risultati sono contenuti in un fascicolo che è già stato consegnato alla Procura della Repubblica di Napoli: su alcuni reperti esaminati nei mesi scorsi dagli esperti dell’Unità Delitti Insoluti della Polizia di Stato sarebbe stata evidenziata la presenza del dna di Mario Zarrelli, che venne indiziato del delitto e poi è stato assolto con formula piena dalla Cassazione.
Quattro cicche di sigaretta e uno straccio da cucina: sono questi i reperti sui quali gli esperti della task force del Viminale che si occupano dei cosiddetti “cold case” avrebbero riscontrato i cromosomi di Zarrelli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.