Quotidiano di informazione campano

Sversamenti illeciti e roghi tossici, Aniello Di Santillo (Volt Sant’Arpino): “Ora di dire basta”

Inoltriamo il comunicato stampa inerente gli sversamenti illeciti ed i roghi tossici denunciati dal presidente del comitato "Volt" di Sant'Arpino, Aniello Di Santillo.

SANT’ARPINO. Continua ad allarmare il problema dello sversamento illecito dei rifiuti e dei roghi tossici derivanti dalla loro combustione. Un fenomeno ampio e diffuso, che interessa tutti i territori dell’agro aversano ed atellano.
“La situazione è allarmante – afferma il presidente del comitato Volt Sant’Arpino, Aniello Di Santillo -. L’aria è irrespirabile e ci costringe a barricarci in casa, a chiudere balconi e finestre per non esporci alle diossine. Colpa dello sversamento illecito di rifiuti, che vengono lasciati ovunque sulle nostre strade, ormai discariche a cielo aperto. È come se fossero invisibili”.
Il giovane santarpinese è esausto: “È arrivato il momento  di porre in essere tutte quelle azioni necessarie per debellare il fenomeno, già dal punto di origine. Non possiamo più sottostare a questo stillicidio e subire, senza possibilità di agire, questa drammatica situazione. Bisogna strutturare un efficiente sistema di videosorveglianza , che copra l’intero territorio, al fine di individuare tempestivamente gli sversamenti illeciti ed il connesso fenomeno dei roghi. Tutti si devono mobilitare ed avere il coraggio di protestare e di denunciare. Interi comuni devono reagire a questo scempio facendo fronte unico”.
Di Santillo vuole il confronto con associazioni ambientaliste del territorio: “Voglio una loro posizione tangibile. Ogni giorno ricevo segnalazioni da parte di cittadini stanchi. Abbiamo bisogno di azioni risolutive, per la salvaguardia della nostra salute, perché l’aria che respiriamo è di tutti e dobbiamo averne cura. Basta roghi!”.


Aniello Di Santillo
Presidente Comitato “Volt Italia – Sezione Sant’Arpino”
Ufficio Stampa
Cell. +39 351 028 7828
Il contenuto di questa email e degli eventuali allegati non è producibile in giudizio e destinato alla/e persona/e a cui e’ indirizzato. Se avete ricevuto per errore questa email,  Vi preghiamo di segnalarcelo immediatamente e di cancellarla dal vostro computer. E’ fatto consentito copiare e divulgare il contenuto di questa email.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.