Quotidiano di informazione campano

Terra dei Fuochi e cibo avvelenato, le Iene: “Non abbiamo le prove”

0

Il popolare show televisivo Le Iene, nella puntata del primo ottobre, ha dedicato un servizio all’argomento Terra dei Fuochi, documentando che verdure coltivate a ridosso di una discarica tossica venivano distribuite sul mercato. Quando abbiamo provato a comprare queste verdure ci è stato detto che erano già destinate ad altre aziende, spiega lo staff del programma su Facebook. Oggi molti di voi ci chiedono di fare il nome di queste aziende per paura di ritrovarsi quei prodotti nel piatto.
Pur non dubitando delle parole dei contadini, non abbiamo le prove oggettive che quel pomodoro o quella melanzana siano partiti da quel campo e che siano finiti in quel minestrone surgelato o in quel barattolo di passata continuano da Le Iene Per cui, facendo i nomi che voi giustamente volete, faremmo un reato di diffamazione: nessuno può accusare nessun altro se non ha le prove certe di quel che dice, e noi di prove abbiamo solo il racconto di due contadini, che ci hanno detto di avere venduto il prodotto dei loro campi a grandi industrie.
Per potervi dire quei nomi continua lo staff dello show avremmo dovuto seguire quel pomodoro, preso dal quel campo, fino alla passata, e questo per noi e per gli strumenti che abbiamo è una cosa impossibile. Ovviamente continueremo ad aggiornarvi su questo argomento, sul quale stiamo preparando un ulteriore approfondimento per la prossima puntata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.