Quotidiano di informazione campano

Timori Grexit ma Atene annuncia “Accordo piu’ vicino che mai”

RADIO PIAZZA NEWS

0

Roma, 13 giu. – Il giorno dopo la clamorosa uscita del Fmi dal tavolo negoziale con la Grecia, la trattativa non si interrompe ma si fa piu’ accesa. Berlino e Bruxelles non considerano la mossa del Fmi un abbandono del negoziato, ma semmai un monito ad Atene a fare piu’ sul serio e a smetterla di giocare d’azzardo sulle riforme. La conferma viene da Bruxelles, dove fonti Ue fanno sapere di aspettarsi per stasera nuove e concrete proposte da parte della Grecia. Intanto il numero uno dell’Eurogruppo, l’olandese, Jeroen Dijsselbloem, considera “inimmaginabile” un accordo sulla Grecia senza il Fmi e subito dopo spiega che “l’intesa deve essere appropriata e, se sara’ cosi’, anche il Fmi vi partecipera’”. Il negoziato, chiarisce, Dijsselbloem, restera’ in fase di stallo finche’ non arriveranno “serie proposte” da parte di Atene. Sulla stessa linea d’onda e’ anche il presidente della commissione Ue, Jean Claude Juncker, secondo il quale ora “la palla e’ nel campo greco”. Tocca ad Atene fare proposte credibili e poi si “ripartira’ a livello tecnico”, mentre “la politica arrivera’ dopo”. Nel frattempo Berlino precisa che, nonostante la mossa del Fmi, “la posizione della Germania non e’ cambiata”. Lo chiarisce il portavoce del governo tedesco, il quale ribadisce che a questo punto l’ultima spiaggia per Atene e’ la riunione dell’Eurogruppo del 18 giugno. “Non ci sono altri incontri in programma” spiega. Sempre da Berlino il giornale Bild in modo molto allarmistico spara la notizia che la cancelliera Angela Merkel si sta preparando alla Grexit. Dopo “due ore di negoziato a Bruxelles con Alexis Tsipras e Francois Mitterand”, secondo la Bild, la Merkel si e’ convinta che “il default della Grecia e’ probabilmente inevitabile”. E ora Berlino “in modo riservato” si prepara a questa eventualita’. Tuttavia e’ la stessa Merkel a smontare la Bild, chiarendo che l’importante, in questa fase, e’ che tra Atene e i suoi creditori continui il dialogo. “Dove c’e’ la volonta’ c’e’ la strada” dice la cancelliera, ribadendo una frase gia’ usata prima del vertice a tre con Tsipras e precisando che “la volonta’ deve venire da tutte le parti, per cui e’ importante che si continui a parlare l’uno con l’altro”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.