Quotidiano di informazione campano

Sono in totale 515 gli anni richiesti dalla procura di Roma per i 46 imputati

0

Sono in totale 515 gli anni richiesti dalla procura di Roma per i 46 imputati nel processo per Mafia Capitale. Per l’accusa le intercettazioni e i riscontri investigativi formano un contesto probatorio evidente. Paolo Ieli, procuratore aggiunto, nella sua requisitoria ha parlato di “un karaoke della corruzione”. Al termine della requisitoria del 27 aprile la Procura ha depositato una memoria di 1430 pagine. Il processo riprendera il 2 e 3 maggio prossimi con gli interventi dei legali di parte civile.

Ecco tutte le richieste di condanna

Le pene più elevate sono state richieste per 19 imputati, quelli considerati come gli organizzatori o comunque i partecipanti all’organizzazione di Mafia Capitale, accusati di associazione di stampo mafioso.

  • Massimo Carminati – E’ il primo della lista, per lui sono stati richiesti 28 anni di reclusione. L’ex Nar (Nuclei Armati Rivoluzionari) è considerato il capo e il promotore dell’organizzazione criminale. La Procura ha chiesto inoltre che venga dichiarato ‘delinquente abituale’ e che, a pena espiata, si applichi nei suoi confronti la misura di sicurezza della casa di lavoro o colonia agricola per due anni, oltre alla confisca dei beni (opere d’arte ‘in primis’). Carminati, collegato in videoconferenza dal carcere di Parma, alla richiesta dei pm, ha esultato a mo’ di provocazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.