Quotidiano di informazione campano

Tragedia a S.Felice a Cancello: un uomo uccide la moglie a coltellate e poi tenta il suicidio. I due erano separati ma lui non si rassegnava

0

Omicidio a San Felice a Cancello (Caserta), dove una donna di 27 anni, madre di tre figli, è stata uccisa a coltellate dal marito, Giovanni Venturano suo coetaneo, dal quale era separata. Ferita alla schiena, al petto e alla gola,l a donna è stata traposrtata all’ospedale di Maddaloni dove è morta qualche ora dopo. L’omicida, che ha cercato di togliersi la vita ferendosi alla gola e all’addome, è stato arrestato dai carabinieri. Ora è ricoverato a Caserta. Le sue condizioni non sono gravi. L’omicidio ¾èavvenuto al termine di un incontro per tentare di ricucire.
Secondo quanto ricostruito dai militari della stazione di Cancello Scalo sulla base delle testimonianze dei parenti della donna, nel primo pomeriggio, verso le 15, Venturano e’ andato a casa della suocera con l’intenzione di ricucire i rapporti con la moglie e di convincerla a tornare nell’abitazione coniugale; con sé aveva un coltello dalla lama di circa 20 centimetri. I due si sono chiusi in una stanza per cercare un chiarimento ma hanno iniziato a litigare; dopo l’ennesimo rifiuto della donna di interrompere la separazione, il marito ha perso la testa e ha afferrato il coltello colpendola più volte.
I Carabinieri della Stazione di Cancello Scalo, infatti, allertati dal personale del 118, a loro volta notiziati da un familiare della donna, intervenuti nell’appartamento di via Polvica, hanno ricostruito l’accaduto constatando l’orribile dinamica dei fatti che ha portato la follia dell’uomo ad interrompere un’altra giovane vita, vittima di un “amore malato”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.