Quotidiano di informazione campano

Tragico incidente nel casertano: investito da un’auto, Giuseppe muore sul colpo

Il drammatico episodio è avvenuto nel comune di Aversa. Sulla vicenda indaga la Polizia.

Un terribile incidente, purtroppo mortale, è avvenuto nella serata di lunedì 7 gennaio nel comune di Aversa, centro abitato in provincia di Caserta. A perdere la vita è stato un uomo sulla trentina, violentemente investito da un’automobile in via Salvo D’Acquisto, non molto lontano dal locale Palazzetto dello Sport. Sebbene il conducente del veicolo abbia arrestato la marcia per prestare i primi soccorsi e allertare l’ambulanza, per l’uomo non vi è stato nulla da fare: è deceduto sul colpo a causa delle gravi ferite riportate nel sinistro e gli operatori del personale medico-sanitario del 118 non hanno potuto far altro che constatarne la morte.

L’incidente

I fatti sono avvenuti intorno alle ore 21:00 circa. Sul luogo della tremenda vicenda sono giunti gli agenti del locale commissariato della Polizia di Stato e gli uomini del comando della Polizia Municipale di Aversa che hanno compiuto i primi rilievi del caso necessari per tentare di capire la corretta dinamica del sinistro stradale ed appurare eventuali responsabilità.

Ad oggi non è ancora chiaro se il trentenne al momento dell’impatto stesse attraversando la strada sulle strisce pedonali o in un altro punto della carreggiata. Da quanto si apprende dalle prime notizie trapelate, secondo una prima sommaria ricostruzione dell’accaduto, sembrerebbe che l’uomo, di ritorno da una palestra sportiva situata nei pressi del luogo dell’incidente, sia stato colpito al lato destro, finendo prima sul parabrezza dell’auto e, successivamente, venendo sbalzato a diversi metri di distanza dall’impatto.

La vittima

La vittima è Giuseppe Capone, originario di Aversa e residente al parco Cerimele. L’uomo, deceduto in seguito al terribile impatto con una Mini Cooper (guidata da un giovane neo-patentato, figlio di un professionista molto conosciuto in città), apparteneva ad una famiglia benestante del posto: la madre è insegnante di biologia; il padre medico, proprio come il figlio che lavorava presso il Secondo Policlinico di Napoli.

Attualmente il corpo senza vita dell’uomo si trova presso il reparto di medicina legale del Policlinico di Napoli: su disposizione del pubblico ministero di turno, infatti, l’autorità giudiziaria ha ordinato che sulla salma venga eseguito l’esame autoptico per stabilire le esatte cause della morte. Non ci rimane che attendere ulteriori aggiornamenti sul caso.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.