Quotidiano di informazione campano

Benevento – Travolto e ucciso da auto sulla panchina della piazza.

0

Benevento – Un’utilitaria fuori controllo piomba nella piazza principale del paese e uccide un pensionato seduto su di una panchina. La piccola comunità è sconvolta per il tragico incidente verificatosi ieri mattina nella centrale piazza Umberto e nel quale è rimasto vittima Antonio Villaccio, 85 anni, ex dipendente comunale.
L’anziano, che abitava poco distante, nella piazzetta arcivescovo Viglione del rione Gescal, aveva fatto una passeggiata fino alla piazza per godere del fresco e della tranquillità di un paese che andava risvegliandosi dopo la sagra della sera precedente. Un saluto agli amici e due chiacchiere scambiate seduto su una delle panchine della piazza: Villaccio era conosciuto da tutti nella piccola comunità, avendo svolto le mansioni di custode del cimitero comunale. Erano da poco passate le 8,30 e l’anziano si era appena accomiatato da un ausiliare del traffico, mentre un conoscente stava rallentando con la vettura per salutarlo, quando da via Cappelle, una strada a forte pendenza, una Fiat 600 condotta da D.M.E., 59enne del luogo, ha acquistato velocità giungendo come un missile nella piazza. Saranno gli accertamenti in corso e le testimonianze a stabilire le cause e l’esatta dinamica, fatto sta che l’auto sembrerebbe non avere frenato con il motore alto di giri come quando si blocca l’acceleratore. Quel che è certo è che la vettura ha abbattuto un palo delle luminarie, un altro palo della pubblica illuminazione, è salita per i gradini che conducono dalla strada al centro della piazza centrando in pieno la panchina dove era seduta la vittima. Che non ha avuto il tempo di allontanarsi, a differenza di altre persone che si trovavano nei pressi. La panchina in pietra dove era seduto il pensionato e una vicina si sono trasformate in un ordigni con pezzi scagliati a metri di distanza.
Immediati i soccorsi ma per l’anziano non c’era più nulla da fare. Fra i primi ad accorrere il vigile urbano Michele Orlando e il sindaco Antonio Michele, al quale è toccato subito dopo l’ingrato compito di avvertire la moglie della vittima, Irma Russo, e i due figli Mario (residente in Calabria) e Lucio (che vive in Germania). La conducente della Fiat 600 è stata condotta in ospedale in stato di choc. «Un evento che ci ha profondamente colpiti – dice il sindaco, interpretando uno stato d’animo che si percepisce chiaramente in tutta la comunità – per la persona coinvolta, un lavoratore buono e onesto e stimato da tutti, ancora attivo e lucidissimo, e per la stessa dinamica dell’incidente, se pensiamo al fatto che la piazza è sempre molto frequentata durante il giorno, particolarmente da anziani e bambini. Poteva essere una strage». Il sindaco ha deciso di sospendere le manifestazioni in corso dell’agosto a Pesco, che si stavano svolgendo in preparazione alla festa della patrona Santa Reparata.
E per tutta la mattinata la piccola comunità si è portata in piazza Umberto, stringendosi attorno alla famiglia Villaccio. Ricordato con affetto da tutti. «Era una brava persona, mite e tranquilla, buono e gentile con tutti – ricorda l’ex sindaco Spartico Capocefalo – depositario di tanti ricordi del passato.
Personalmente ne ho un ricordo legato alle tradizioni popolari del paese, e in particolare alle “maitinate”, suonate con l’organetto che anni fa salutavano il nuovo anno lungo le vie del paese, e delle quali Antonio era spesso protagonista».
La salma di Antonio Villaccio è stata condotta presso l’obitorio dell’ospedale Rummo di Benevento, a disposizione dell’autorità giudiziaria e del medico legale Monica Fonzo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.