Quotidiano di informazione campano

TRUMP È IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI UN GRANDE CAMBIAMENTO VOLUTO DAL POPOLO

IL POPOLO HA VOLUTO CAMBIERE QUANDO LO FAREMO ANCHE IN ITALIA PER RADIO PIAZZA NEWS

0

 Auguri al nuovo Presidente Trump  che ha promesso che da presidente onorerà l’impegno impresso nei suoi berretti da baseball bianchi e rossi: “Make America Great Again”, attraverso tutte quelle promesse – spesso colorite e a volte estreme – fatte in campagna elettorale, che hanno fatto rabbrividire tanti statunitensi e rassicurato altri.

In generale, sarà premura di Trump, “cancellare Obama dai libri di storia”, eliminando ogni provvedimento espressione della sua amministrazione. Ecco quali sono gli scenari possibili ora che Trump ha ottenuto la carica come 45esimo presidente degli Stati Uniti.

 L’Immigrazione e la Sicurezza – Con buona probabilità, il progetto di espellere tutti gli immigrati irregolari nel paese, cadrà nel vuoto. Oltre ad essere un provvedimento impossibile da realizzare integralmente, gli analisti hanno messo in guardia sul fatto che danneggerebbe l’economia degli Stati Uniti, privando il paese di una fetta importante di forza lavoro.

Dovrà piuttosto trovare il modo di regolarizzarli. In campagna elettorale aveva inoltre promesso di voler eliminare il cosiddetto Ius soli, il diritto di cittadinanza per nascita sul territorio statunitense. Quello che invece potrebbe portare avanti è l’espulsione degli immigrati con precedenti penali. Secondo i dati ci sarebbero meno di 168mila persone in questa situazione, ma Trump riferisce che siano invece 2 milioni.

Tra le sue intenzioni c’è anche quella di sospendere l’immigrazione da quelle regioni “a rischio terrorismo”, tra cui ad esempio la Siria. E, infine c’è la tanto discussa questione del muro al confine con il Messico. Anche lì Trump potrebbe fare marcia indietro. Come lui stesso ha ammesso, certo non sarà una priorità del “primo giorno di amministrazione”, ma comunque potrà essere messo in cantiere verso la fine del suo mandato.

Nei progetti di Trump vi è inoltre l’implementazione della produzione di gas naturale e petrolio prodotto sul territorio statunitense.

La Corte Suprema – La prima decisione di Trump potrebbe essere la nomina del nuovo giudice della Corte Suprema, per rimpiazzare il giudice Scalia, morto ormai sei mesi fa. Il Congresso repubblicano aveva impedito a Obama di nominare il sostituto. Con ogni probabilità i democratici, come i repubblicani nei mesi scorsi, porranno il veto al Senato per bloccare la nomina proposta da Trump.

I rapporti con la Russia – Trump non ha fatto mistero dell’intenzione di voler ricucire le relazioni con la Russia, e in maniera minore anche con la Cina. Tutto questo è collegato anche con il conflitto in Siria. Come Mosca, anche Trump crede che Bashar al Assad sarà il male minore. Potrebbe quindi con ogni probabilità invertire l’alleanza con i gruppi dei ribelli portata avanti finora da Washington. NOTIZIE DAL MONDO RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.