Quotidiano di informazione campano

Tutela ambientale e esigenze dei produttori agricoli, chiesto un nuovo regolamento per l’abbruciamento dei residui agricoli

0

COMUNICATO STAMPA<?xml:namespace prefix = o ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:office” />

 

Tutela ambientale e esigenze dei produttori agricoli, chiesto un nuovo regolamento per labbruciamento dei residui agricoli

 

Un nuovo regolamento che tenga presente sia la tutela ambientale, sia le esigenze dei produttori agricoli con listituzione di una limitata fascia oraria di tolleranza per labbruciamento dei residui di colture agrarie, è quanto ha chiesto Natale Iannone, coordinatore del Vallo di Lauro e del Baianese dellAssociazione Irpinia Domani, in una lettera al Procuratore della Repubblica di Avellino, Dr. Angelo Di Popolo, e al Prefetto di Avellino, Dr. Umberto Guidato.

Iannone ha posto lattenzione delle autorità istituzionali su una problematica di grande interesse sociale per il mondo agricolo del Vallo di Lauro e del Baianese, ed anche dellintera provincia. Iannone nella sua lettera ha fatto riferimento alle norme in materia di bruciatura dei residui vegetali derivanti da colture agricole.

Il coordinatore dellassociazione Irpinia Domani ha sottolineato che «pur nel rispetto delle tematiche ambientali, il divieto assoluto che opera in tale settore, così come stabilito dalle decisioni prese dal signor procuratore della Repubblica di Avellino, va rimodulato, in quanto, tali decisioni hanno dato un connotato marcatamente penale ad una materia che è sempre stata regolata dalla giurisprudenza civile». «Decisioni continua Iannone – che noi rispettiamo ma che hanno bisogno di una rivisitazione più approfondita e vanno riformate nella giusta direzione. Per cui, chiediamo una regolamentazione della materia che preveda una fascia oraria di tolleranza in cui procedere, sempre nel rispetto delle regole ambientali e delle dovute distanze dai centri abitati, allabbruciamento dei residui delle colture agrarie».

Lesponente dellassociazione ha voluto anche sottolineare: «Il comporto agricolo non va ulteriormente penalizzato ma vanno indicate regole più eque che riescono a compendiare il rispetto dellambiente ma anche il rispetto delle esigenze del comparto agricolo del Vallo di Lauro e Baianese, già abbondantemente penalizzato da una crisi ultradecennale. Per cui si chiede al Signor Procuratore della Repubblica di Avellino, di concerto con il signor Prefetto, di procedere alla revisione delle decisioni prese con ladozione di un nuovo regolamento che tenga presente sia la tutela ambientale, sia le esigenze dei produttori agricoli con listituzione di una limitata fascia oraria di tolleranza per labbruciamento dei residui di colture agrarie».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.