Dopo Castellammare anche Avellino come ,Salerno avrà pure le sue Luci d’Artista ma in fondo sono sempre le solite, noi faremo un grande Natale, stupiremo tutti”. Il sindaco di Avellino Gianluca Festa torna a rilanciare la sua sfida alla città di Arechi e al governatore Vincenzo De Luca.

“Oscureremo Salerno” aveva detto poco più di un mese fa, esternazione che gli costò il rimprovero di De Luca durante la visita nel capoluogo irpino del premier Giuseppe Conte. Ora Festa, all’indomani dell’accensione delle luminarie nella città costiera, si dice sicuro che Avellino non sfigurerà con il suo programma di eventi natalizi anzi “faremo la differenza – dichiara spavaldo Festa – Ancora due settimane di attesa e la curiosità degli avellinesi sarà soddisfatta.

“Prossimamente, credo per il primo, al massimo il 2 dicembre, dovremmo essere pronti per accendere anche le nostre luminarie ma soprattutto sarà un Natale rivolto ai bimbi. Ho sempre affermato che la differenza tra noi e Salerno sarebbe stata sostanziale rispetto all’offerta. Da una parte c’è certamente l’idea delle Luci d’Artista ma per noi il Natale significa famiglia, significa bimbi, un clima di grande affetto amore e su questo faremo la differenza”.

Sindaco, le piacciono le luci di Salerno?  “Per carità sono belle ma sono le solite, sono sempre luci. Noi vogliamo invece Babbo Natale, i bimbi, la gioia e il divertimento. Avellino è un Enjoy City e lo dimostreremo ancora”.

Ma l’amministrazione nelle prossime settimane si prepara anche ad un altra novità. Si lavora per spostare il Mercato bisettimanale a Campo Genova e i bus nel Piazzale dello Stadio Partenio già prima delle feste. “E’ un obiettivo che anche io ho annunciato nelle scorse settimane, magari non illustrando i tempi ci stiamo lavorando e sono fiducioso che tutto questo possa avvenire”.radio piazza eventi

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com