Una storia davvero incredibile è quella che arriva dalla Florida, negli Stati Uniti, e che per mezzo di un’investigazione della polizia si è vista essere molto più dilagante di quanto non si sarebbe potuto pensare inizialmente. In pratica, alcune donne si sono viste arrivare dei messaggi, sul cellulare, contenenti delle foto di loro completamente nude. Una cosa che non è assolutamente normale, se quella persona non l’ha fatto volontariamente, e che può essere terribile per una donna o per una ragazza giovane. Avvertita la polizia, sono iniziate le indagini.

Queste indagini hanno portato a scoprire che tutte le donne erano state fotografate in bagno, in pose molto simili, in piedi o sedute sulla tazza: erano state spiate inconsapevolmente, e analizzando le foto del bagno, anche con l’aiuto delle stesse vittime, è stato scoperto che in ognuno dei bagni “incriminati” per lo spionaggio era presente lo stesso oggetto: quello che vedete nella foto, un normalissimo attaccapanni che, almeno a prima vista, dovrebbe svolgere il suo normalissimo scopo che è quello di appendere il cappotto mentre facciamo i propri bisogni, in bagno.

In realtà, ad un’a alisi attenta si scopre che questo dispositivo è molto più che un semplice attaccapanni: è una telecamera che registra costantemente ciò che ha davanti, e anche se la risoluzione non è altissima fornisce delle ottime immagini, a colori,mdelle sue riprese. La struttura è molto particolare: ha due ganci per appendere i vestiti, che si nota però essere sotto al piccolo buco in alto, che a prima vista potrebbe sembrare una normale vite per appenderlo. Anche se si aggancia il cappotto, quindi, la telecamera rimane scoperta e registra fin quando è disponibile la batteria.

Max Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie