Quotidiano di informazione campano

Un libro sulla storia della canzone napoletana

0

Il sogno di una vita finalmente realizzato. Raffaele Cossentino, 70
anni, ex preside e docente di italiano e latino, è riuscito infatti a
realizzare il progetto di una vita: 453 pagine di cultura sulla storia
della canzone napoletana dal titolo “la canzone napoletana, dalle
origini ai nostri giorni. Storie e protagonisti”. Per meglio dire non
solo “canzone” bensì il suo capolavoro tratta da vicino anche la
tradizione dei canti popolari, di campagna o di città al fine di far
conoscere a tutti come e dove si siano sviluppati. Cossentino nel suo
libro si sofferma in particolare sulla vicenda storica della canzone
nostrana. Si passa dall’epoca storica del mito delle sirene e
l’origine del canto di Napoli, al primo Ottocento, proseguendo per
l’epoca del “funiculi funiculà” e per concludere con la nascita del
festival della canzone napoletana. Autori del calibro di Bracco,
Ferdinando e Vincenzo Russo, Ernesto Murolo e Nicolardi , leggende
come E.A. Mario e Raffaele Viviani, sino ad arrivare a Renato Carosone
e gli ancora attuali Peppino Di Capri e Nino D’Angelo. Un mix di
cantanti, musicisti, compositori e autori che hanno fatto la storia
della canzone e musica napoletana. Rogiosi editore ha sposato in pieno
la causa del novello ma esperto scrittore Cossentino. In questi giorni
presso il Gambrinus Caffè a piazza del Plebiscito c’è stata la
presentazione di quello che potrebbe, con grandi probabilità,
rivelarsi un autentico capolavoro sull’arte e la cultura della
“musica” partenopea.


Stefano Telese ,PER RADIO PIAZZA CAMPANIA EVENTI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.