Quotidiano di informazione campano

Una buona nutrizione rende più intelligenti

0

I cosiddetti cibi non salutari, come dolciumi, cibo dei fast-food, non solo recano danno alla salute ma possono avere influenze negative sul quoziente intellettivo, soprattutto dei più piccoli. Questo è frutto di uno studio condotto dalla Goldsmiths University of London su un campione di quattromila bambini scozzesi tra i 3 e i 5 anni. I ricercatori hanno evidenziato che coloro che si nutrono male mostrano un quoziente intellettivo inferiore rispetto ai coetanei che seguono un regime alimentare corretto. Genitori meno privilegiati spesso hanno meno tempo di preparare pasti freschi, appena cotti per i propri figli. Questi bambini, purtroppo, totalizzano punteggi più bassi ai test d’intelligenza e spesso hanno difficoltà a scuola. Sulla base di tutto quanto, diventa lecito pensare che una buona nutrizione contribuisce ad aumentare il quoziente dintelligenza di ogni individuo.

 


Dott.ssa Antonietta Lettera

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.