Sono tutti lì per Carlo Pedersoli, alias Bud Spencer, “il maestro”, “l’amico di una vita”, “il protagonista dei film della mia infanzia”. L’attore, produttore ed ex campione di nuoto nato a Napoli nel 1929 (ma da anni residente a Roma) è atteso infatti per ritirare una targa e una medaglia conferitagli dal Comune per la sua straordinaria carriera. E, alle 11.45, Bud arriva, tra applausi e strette di mano. Barba lunga fino al collo, occhi vispi e commossi accompagnano quei 192 centimetri di stazza, che ancora sovrasta tutte le teste ed i flash tesi ad accoglierlo.