Quotidiano di informazione campano

Una nuova cura contro la tubercolosi

0

Nonostante i progressi degli ultimi anni il costante aumento dei ceppi farmaco resistenti di Mycobacterium tuberculosis suggerisce un nuovo allarme rosso-tubercolosi. Un interessante studio condotto dal Professor Anthony Maxwell, del John Innes Centre, ha dimostrato che un composto chimico derivato dall’albero Salvadora persica che cresce in Sud Africa, ha attività antibatterica nei confronti di alcuni ceppi tubercolari. Le proprietà antibatteriche di questa pianta sono ben note; infatti i suoi principi attivi sono normalmente utilizzati nell’igiene orale e nel trattamento di alcuni disturbi, quali bronchiti, pleuriti e malattie veneree. Il composto oggetto dello studio del Professor Maxwell, la diospirina, normalmente presente nella specie vegetale Diospyros chloroxylon della famiglia delle ebenacee, sembra legarsi e inattivare un enzima critico per la riproduzione batterica, la DNA girasi. Questo dimostra come gli estratti delle piante usate tradizionalmente in medicina forniscono una nuova sorgente che potrebbero avere attività antibatterica, i quali potrebbero essere sviluppati a loro volta come antibiotici.

Dott.ssa  Antonietta Lettera

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.