Quotidiano di informazione campano

Un’Ucronìa: presentazione del libro di Ottaiano al laboratorio Aprile di Acerra

RADIO PIAZZA NEWS

0

Un’Ucronìa, romanzo di esordio di Sergio Mario Ottaiano, ventunenne scrittore mariglianese sarà presentato giovedì 25 Settembre presso il laboratorio politico Aprile, Acerra, in Piazza Duomo 40, alle ore 18,00. Il libro già presentato alla Distilleria – Feltrinelli Point di Pomigliano d’Arco, e alla biblioteca di Villa Bruno, San Giorgio a Cremano, racconta la storia di un individuo anonimo e privo di connotate caratteristiche fisiche, rinchiuso in una stanza e costretto ad affrontare i demoni del proprio passato. “ Il protagonista di “Un’Ucronìa”, edito da Genesi, si rifugia in un monolocale “a riflettere su come sono arrivato a tanto, a come abbia fatto per sprofondare”. Lì, in una solitudine niente affatto rumorosa – citando Hrabal – l’antieroe dipinto da Ottaiano tratteggia una tragica equazione: la successione “ricordo” – “scelta” – “rimorso” mostra tutta la sua potenza tragica, in un crescendo che toglie il respiro pagina dopo pagina” (Redazone di “Ma se domani”). Ucronìa, termine derivante dal greco, vuol dire nessun tempo. Indica ciò che sarebbe potuto accadere se un fatto storico, un avvenimento importante e significativo, fosse andato diversamente. Ogni uomo, vive quotidianamente domandandosi quali possibili vie avrebbe potuto percorrere nel caso in cui avesse deciso di intraprendere scelte differenti da quelle fatte.. Il “se” è ciò che caratterizza l’ucronìa ed è la congiunzione che induce chiunque a riflettere e a pensare. Nella profondità del proprio animo ogni essere racchiude milioni di domande a cui spesso non riesce a dare una risposta e molte di queste iniziano proprio con un se: “se fossi stato…”, “se fossi andato…”, “se avessi scelto…”. Un susseguirsi di bivi, di strade non percorse, di alternative e di scelte caratterizzano il libro di Sergio Mario Ottaiano, giovanissimo autore alla sua prima esperienza narrativa, che si sta facendo strada nel campo letterario a suon di consensi e approvazioni. Con Un’Ucronìa, l’autore  dà prova immediata del vasto entroterra culturale che si è formato alle spalle regalando al lettore una prova di scrittura decisamente riuscita, che si segnala per l’ardita costruzione innovativa di una tesi tanto nuova, quanto consapevole della tradizione da cui discende e, quindi, erudita e raffinata. La presentazione, organizzata dai ragazzi del laboratorio politico Aprile, attivi sul territorio dal punto di vista culturale, ambientale e politico e che fin dalla nascita si propongono di fare cultura senza superbia, sarà presieduta da Milena Siciliano, militante del laboratorio, e da Davide Pascarella, collaboratore dell’associazione Terre di Campania. Le conversazioni saranno intervallate dalla lettura di passi del romanzo a cura di Michele de Rosa e dalla chitarra suonata da Gaetano Pacilio. Durante e dopo la presentazione l’autore sarà disponibile per firmare copie del romanzo e per rispondere alle domande dei presenti.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.