Quotidiano di informazione campano

Uragano Dorian, almeno cinque morti alle Bahamas

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

L’occhio del temuto uragano Dorian, che sta facendo tremare gli Stati Uniti d’America, è stato fotografato dall’astronauta italiano che ha pubblicato la serie completa di foto sul suo profilo Twitter.Il primo ad entrare nell’occhio dell’uragano Dorian è niente di meno che Luca Parmitano, l’astronauta italiano dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Parmitano, che è ora impegnato nella missione Beyond, ha pubblicato sul suo profilo Twitter una serie di scatti mozzafiato, dove il protagonista è proprio lui, l’uragano Dorian. Una breve descrizione accompagna la carrellata di foto scattate dallo spazio: ”Guardando dentro l’occhio della tempesta. Staring into the eye of the storm”. Dalla Stazione Spaziale Internazionale gli astronauti hanno potuto osservare come l’uragano di forza 5 si stia spostando a tutta velocità negli Stati Uniti, dopo aver colpito le isole Bahamas. Venti di oltre 320 chilometri all’ora che hanno devastato l’intero arcipelago, lasciandosi alle spalle macerie e morti. Dorian, si sposterà dalle isole Bahamas agli Stati Uniti, dove toccherà tutta la costa sud-ovest perdendo via via di potenza. Forte è la preoccupazione per le città della Florida, soprattutto per Miami e West Palm dove l’uragano si abbatterà con forza 4. Per ora è allarme rosso per le giornate di martedì e mercoledì, durante le quali le scuole rimarranno chiuse e sarà soppressa la maggior parte dei voli mentre il governatore del South Carolina ha ordinato l’evacuazione obbligatoria di tutta la costa.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.