Quotidiano di informazione campano

Urgente: Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia hanno In Programma di colpire la Base Russa In Siria

Orientale è un settore che parte dal quartiere di Joubar, nel cuore della capitale fino al confine con la Giordania, da sempre è considerata una zona con una posizione strategica, ma rischiosa a causa della massiccia presenza di terroristi. Il più estremista è il gruppo di al Qaedah. La Ghouta Orientale recentemente è stata controllata dai terroristi di Jaish al Islam, con una base bellica avanzata, spina nel fianco della capitale, inoltre, sorvegliano completamente la città di Douma, considerata la capitale del settore della Ghouta Orientale. Dal 2012, una vasta area è stata sequestrata insieme alla popolazione.

Nel dicembre 2013 sono partiti dalla Ghouta per andare ad occupare la città dei lavoratori di Adra, lì, hanno compiuto terribili massacri: hanno ucciso e bruciato bambini di fronte agli occhi dei loro genitori, poi, gettavano i genitori, ancora vivi, dai piani alti dei palazzi. Metodi brutali mai visti neppure durante la seconda guerra mondiale. Alla fine la città è stata liberata dall’Esercito Arabo Siriano dopo mesi di sofferenze, e salvati migliaia di prigionieri, rinchiusi ingiustamente nella prigione al Tawbah.

Ogni volta che l’Esercito Arabo Siriano, avanza nella lotta contro il terrorismo si alzano voci sull’utilizzo delle armi chimiche: prima di tutto l’Esercito non possiede le armi chimiche, non c’é bisogno di utilizzarle quando le difese dei terroristi crollano di fronte all’offensiva governativa. Se venisse utilizzato da una distanza cosi ravvicinata colpirebbe i soldati dell’Esercito Governativo. Le donne, i bambini e i soldati sono utilizzati dai terroristi come scudo umano. Più volte i soldati siriani sono stati colpiti da lanci di razzi muniti di gas serin, ma in Occidente non si è scritto nulla.

I terroristi dell’Esercito dell’Islam realizzano dei filmati in collaborazione con l’organizzazione dei Caschi Bianchi, molte volte smascherati dagli stessi quotidiani e dalla media americana sulle presunte vittime del regime. I terroristi dell’Esercito dell’Islam (Jaish al Islam) insieme ai Caschi Bianchi annientano i cittadini siriani a sangue freddo. Da tre giorni, a Damasco e nelle zone residenziali vengono lanciate granate. Nelle zone liberate l’Esercito con le squadre tecniche riabilitano le infrastrutture e la fornitura di energia elettrica, di acqua potabile. Grazie alle informazioni fornite dalla popolazione fuggita (dai terroristi), le Forze Governative riescono a centrare le posizioni strategiche utilizzate dai gruppi di terroristi, come le entrate e le uscite dei tunnel, i depositi di armi, e le batterie dei cannoni.

Fino a questo momento, l’esercito dell’Islam continua a respingere l’accordo che impedisce ai civili di lasciare la città. Gli eroi dell’Esercito Arabo Siriano continuano ad avanzare nelle fattorie e nelle aree circostanti Douma, i cittadini danno fuoco ai depositi di armi e forniscono informazioni sulle. Speriamo nella rapida liberazione della Ghouta”.

 

 

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.