(ANSA) – WASHINGTON, 16 SET – “Mi dispiace per il dolore che ho causato a mio figlio”.
Si e’ scusato cosi’ Adrian Peterson, running back dei Minnesota Vikings, arrestato due giorni fa per aver picchiato e ferito il figlio di 4 anni con un ramo d’albero.
Il giocatore della Nfl e’ stato reintegrato.
“Non sono un padre perfetto, ma non sono un picchiatore di bambini”, si legge in un comunicato.
Anderson dice che voleva “solo sculacciare” il figlio, “usando la stessa disciplina” che ha conosciuto da bambino in Texas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *